Subiaco: dopo la donna, ritrovati anche i due bambini scomparsi

Il marito tornato dopo una giornata passata a sciare ha denunciato la scomparsa della sua famiglia.

Alle 11 del mattino, in località Acqua del Piccione, a Vallepietra, sono stati ritrovati anche i due bambini scomparsi ieri sera nella zone di Monte Livata, sulle montagne laziali.

Nicole e Manuel, di 4 e 5 anni erano accucciati un una zona impervia, una specie di grotta scavata nella roccia ed erano impauriti e in stato di ipotermia. La madre della bambina (l’altro bambino è figlio del suo compagno) ha avuto un problema con la sua automobile. Presa dal panico e non sapendo come fare ha preferito asciare i bambini al riparo in una grotta per andare a cercare aiuto, masi è successivamente persa nel buio, con temperature che sono scese a – 10 gradi. Ritrovata in stato confusionale, Alexia Canestari ha spiegato di avere lascito i figli in una grotta ed è stata ricoverata in ospedale.

La vicenda si è conclusa con il ritrovamento dei due bambini, grazie all’allarme di Emanuele Tornaboni, compagno della donna e padre di Manuel.

Ritrovata la donna scomparsa, ancora dispersi i due figli

Il soccorso alpino ha comunicato che la donna è stata ritrovata. Ancora nessuna traccia invece dei due bambini. Sono trapelate alcune voci, da confermare, sulla depressione di cui avrebbe sofferto la donna in passato. Questa possibilità farebbe naturalmente temere ancora di più per la vita dei due figli. Ma è del tutto prematuro fare congetture.

Scomparsa una donna con due bimbi di 4 e 5 anni

Una donna di 36 anni è scomparsa con i due figli di 4 e 5 anni a Campo dell'Osso, sul Monte Livata, a Subiaco, in provincia di Roma.
Il marito, che ha trascorso la giornata a sciare, quando è tornato si è accorto che la sua famiglia non era a casa e ha lanciato l'allarme.

Il Soccorso alpino ha subito chiesto all'autorità giudiziaria di avviare le procedure d'urgenza per localizzare le ultime celle agganciate dal telefono cellulare della donna che risulta spento. Intanto sono state avviate le ricerche nella zona in cui è presumibilmente avvenuta la scomparsa tra i 1200 e i 1700 metri di quota tra boschi innevati.

I Carabinieri stanno invece controllando a tappeto i locali pubblici della zona, ma non sono riusciti ancora a rintracciare la donna e i bambini. Nelle prossime ore è probabile che il Soccorso alpino e speleologico si serva di cani molecolari per cercare i tre scomparsi, visto che questi animali sono capaci di trovare una persona anche dopo ore dall'ultimo passaggio e nonostante il passaggio di altri individui.

(In aggiornamento)

Immagine © Google Maps

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO