Botti di Capodanno, centinaia di feriti: 6 persone gravi dopo lo scoppio di petardi inesplosi

Oltre cinquanta feriti nel napoletano, la maggior parte delle chiamate nel centro sud. Amputata la mano a una bambino milanese e a un uomo nella Capitale

aggiornamento 21:24 Sei persone, tra i 16 e i 46 anni, sono in gravi condizioni dopo aver fatto esplodere, nel pomeriggio di oggi a Tivoli, petardi e fuochi d'artificio ammassati in una baracca assieme a foglie secche. Il ferito più grave ha 23 anni ed è stato trasportato all'Ospedale Pertini di Roma. Grave anche il 46enne, genitore di uno dei minorenni coinvolti. Gli altri feriti hanno 31, 17 e 16 anni. Soccorse anche una parente di uno dei minori, ferita lievemente, e la madre di un altro in stato di shock.

14:55 I divieti e i sequestri a tappeto in tutta la Penisola non hanno evitato i consueti incidenti legati al tradizionale utilizzo dei botti di Capodanno. Il bilancio dei feriti risulta essere identico a quello dello scorso anno (350), ma quest'anno non vi è stato alcun decesso causato dai botti. A Milano un bambino di sette anni ha subito l’amputazione di una mano, stessa sorta per un uomo a Roma, dove sono stati registrati 7 gravi ferimenti.

Il bilancio più pesante è a Napoli e provincia dove i botti hanno fatto 51 feriti. Fra i tanti sequestri di botti irregolari va segnalato l’arresto di un uomo nel casertano: era in possesso di due bombe a mano. Altri 650 chili di botti sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza nel Barese, due denunciati. E 250 chili di botti illegali sono stati scoperti dalla polizia in un negozio gestito da cinesi a Roma.

Tantissimi i trasgressori nei molti comuni (Bologna, Torino, Ancona, Cosenza, Bari, Sestri Levante) i cui sindaci hanno firmato ordinanze che vietano la vendita e l’utilizzo di petardi e fuochi artificiali.

A Castellamare di Stabia un ragazzo di 16 anni è ricoverato all’ospedale dopo avere riportato ferite alla mano per l’esplosione di un petardo; a Napoli un 49enne è rimasto ferito all’occhio. Nel capoluogo campano i feriti sono 28, di cui quattro minori, in provincia 23.

Undici feriti a Salerno, due a Pagani, due a Nocera Inferiore, due a Sarno, una a Cava dè Tirreni e una a Battipaglia. Una bambina di 4 anni ha riportato ustioni alle dita di una mano a Sarno, a Battipaglia un cittadino straniero ha raccolto.

Sei feriti a Bari, due a Giovinazzo, dove la polizia sta indagando su uno uomo che, secondo alcuni testimoni, avrebbe sparato alcuni colpi in aria con una pistola, probabilmente a salve.

Secondo la Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente, i decessi tra gli animali domestici e selvatici sarebbero migliaia, soprattutto fra gli uccelli che muoiono per lo spavento.

Botti, non raccogliere i petardi inesplosi

Negli scorsi giorni i carabinieri della sezione artificieri del reparto operativo di Firenze hanno dispensato consigli sull’utilizzo dei petardi. Ora che la festa è finita è possibile che in strada restino dei petardi inesplosi. Il consiglio è di non toccarli poiché

le polveri pirotecniche infatti col passare del tempo assorbono l'umidità: in questo modo invece di bruciare possono esplodere causando danni a cose o persone.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO