Muore davvero il panettiere che si finse defunto per non pagare le tasse

Nella scorsa estate, in seguito a un incidente stradale, era emerso la sua falsa dichiarazione di morte

Nel 2010 Giovanni F., panettiere di Nichelino (To), aveva fatto presentare una dichiarazione dei redditi nella quale veniva certificata la sua morte. La scorsa estate, però, il suo escamotage era venuto a galla. Ora il panettiere torinese è morto davvero, a causa di un infarto.

Nello scorso luglio l’escamotage del panettiere che visse due volte fu scoperto indagando su di un incidente d’auto in cui il conducente era fuggito. La sua auto era andata a finire contro una palina segnaletica di un autobus: la Ford Escort risultava non assicurata e veniva lasciata sul posto perché troppo danneggiata per ripartire. I testimoni riferivano di aver visto allontanarsi un uomo.

A quel punto la polizia municipale si metteva al lavoro e, dopo alcuni appostamenti, risaliva all’intestataria dell’autovettura, la donna straniera che viveva con l’uomo a Nichelino.

Contestualmente, una verifica all’ufficio tributario del Comune, faceva emergere come Giovanni F., 52 anni, risultasse morto dal 2010. Dalle ulteriori indagini della Guardia di Finanza era emerso come l’uomo non pagasse le tasse da 15 anni, vale a dire dalla fine degli anni Novanta. Ora, la vera fine della storia.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO