Uragano Katrina: già cadono a pezzi le case donate da Brad Pitt

La colpa sarebbe della società che ha fornito il materiale per costruirle.

Nell'agosto 2005 l'Uragano Katrina, uno dei più forti e distruttivi della storia degli Stati Uniti d'America, provocò oltre 1800 morti e danni per cento miliardi di dollari. La città più colpita fu la già povera New Orleans e negli anni successivi tra coloro che si mobilitarono per dare una mano nella ricostruzione ci fu Brad Pitt con una fondazione no profit creata ad hoc insieme con il designer William McDonough e chiamata Make It Right.

Con i fondi raccolti dalla fondazione furono create oltre cento case ecologiche in legno e donate alla popolazione. Il problema, ora, è che queste case stanno già crollando. Almeno una trentina stanno marcendo a causa dell'umidità. Il fatto è stato reso noto dalla stampa di New Orleans e la fondazione ha già fatto sapere che farà il possibile per risolvere al più presto il problema.

La causa va rintracciata nel materiale utilizzato per costruire le case: di tratta di un materiale ibrido che si chiama TimberSIL ed è fatto di legno rafforzato con fibra di vetro. È stato scelto proprio questo materiale perché è ecologico e nella lavorazione non viene usata alcuna sostanza tossica.

Ora Brad Pitt ha promesso che porrà rimedio alla situazione, ma sempre ricorrendo a materiali ecocompatibili. Intanto potrebbero esserci degli strascichi legali con la società che ha fornito tali materiali indicandoli come resistenti per almeno 40 anni, e che invece non sono durati neanche sei anni, visto che le case messe peggio, e che hanno bisogno di una ristrutturazione sia alla parte interna sia a quella esterna, sono state costruite tra il 2008 e il 2010.

Foto © Facebook Make It Right

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO