Lecce, 17enne morto cadendo in un pozzo luce al liceo De Giorgi

Il ragazzo si è arrampicato su una ringhiera, forse per recuperare un giubbotto dopo l'ora di educazione fisica.

Questa mattina a Lecce un ragazzo di 17 anni è morto dopo essere caduto in un pozzo luce dopo un volo di circa dieci metri. È successo nella succursale del Liceo Scientifico Cosimo De Giorgi che si trova in via Pozzuolo.

Il ragazzo, originario di Campi Salentina, si chiamava Andrea De Gabriele e, secondo le prime informazioni, si sarebbe arrampicato su una rete metallica che recintava il campo sportivo della scuola, probabilmente per recuperare un giubbotto che aveva lasciato lì durante l'ora di educazione fisica.

Dopo aver scavalcato l'inferriata, servendosi forse di una sedia, è scivolato e la greta ha ceduto facendolo precipitare in un pozzo luce che era coperto solo da quella sottile rete posta a protezione, ma troppo delicata per reggere realmente il peso di una persona.

Andrea, che frequentava il quarto anno, è così caduto negli scantinati dove ci sono depositi e box. Dopo l'incidente è stato subito soccorso dal 118, arrivato sul luogo con due ambulanze. Quando è giunto all'ospedale Vito Fazzi, però, le sue condizioni sono sembrate subito critiche e il suo cuore ha smesso di battere intorno alle ore 14.

Ora gli agenti di polizia della sezione volanti stanno indagando per capire di chi è la responsabilità di questo incidente che è avvenuto subito dopo che è suonata la campanella che decretava per Andrea e la sua classe la fine dell'ora di educazione fisica.

Andrea De Gabriele avrebbe compiuto 18 anni a marzo. Difficile pensare che questa tragedia sia solo colpa sua, visto che è avvenuta in un luogo, la scuola, in cui i ragazzi dovrebbero essere al sicuro, controllati anche dai rischi che corrono per le loro stesse malefatte.

Immagine © Liceodegiorgi.gov.it

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO