Matera, crollo della palazzina: terminate le operazioni di recupero del corpo

Nell'edificio c'erano quattro appartamenti

Aggiornamento 10.50: restano gravi le condizioni di Nicola Oreste, l’uomo di 57 anni estratto vivo ieri sera dalle macerie circa 12 ore dopo il crollo. E’ ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Madonna Delle Grazie di Matera in condizioni gravi, ma stazionarie.

Si sono concluse in tarda notte le difficili operazioni di recupero del corpo senza vita di Antonella Favale, la giovane di 31 anni deceduta nel crollo della palazzina a Vico Piave. Il cadavere della giovane assistente in un centro per disabili era stato scoperto intorno alle 22 di ieri, ma vista la presenza di numerose macerie c’è voluto un po’ per riuscire a estrarlo.

Le operazioni sono terminate intorno alle 3, ma stamattina i vigili del fuoco riprenderanno i lavori per rimuovere i detriti lungo Vico Piave e ripristinare così il transito dei veicoli.


Matera. Crolla una palazzina, trovato un cadavere

Aggiornamento 22:15 Dopo la gioia per il ritrovamento di un superstite, il lutto per la prima vittima accertata del crollo. La 32enne assistente in un centro per disabili, data per dispersa già da stamattina è stata ritrovata morta stasera. Si chiamava Antonella Favale. Le operazioni di recupero sono ancora in corso.

Aggiornamento 20:40. Dopo oltre 12 ore sotto le macerie, è stato estratto vivo uno dei dispersi, si tratta dell'uomo 57enne che da diverse ore i soccorritori avevano individuato, ma le operazioni di recupero sono state laboriose. L'uomo non si trovava nella palazzina crollata, ma in quella adiacente che pure è stata interessata dal crollo.

Aggiornamento 15:00 Prosegue il balletto delle cifre sui dispersi, che sono di nuovo due. Intanto si hanno notizie confortanti sulla donna di 38 anni estratta viva dalle macerie in mattinata. La donna, proveniente da Bisceglie ma a Matera per motivi di lavoro, è stata ricoverata in ospedale con fratture multiple ma le sue condizioni sono giudicate buone.

Aggiornamento 13:30 Sale a sei il numero delle persone portate in salvo dalle macerie della palazzina crollata stamattina alle 7 in pieno centro di Matera. I soccorritori hanno scavato a mani nude per evitare altri crolli, e all'appello ora manca solo una persona. Intanto si viene a sapere che già ieri sulla facciata dell'edificio erano apparse larghe crepe, che potrebbero essere state causate dai lavori in corso in un appartamento al pian terreno. Il palazzo infatti non era a rischio, né faceva parte di un'area fatiscente.

Aggiornamento 10:15 Ancora incertezze sull'esatto numero dei dispersi, che però dovrebbero essere ancora due, un uomo di 58 anni e una donna di 31. I soccorritori sarebbero riusciti a estrarre viva dalle macerie una ragazza, individuata poco dopo il crollo, e sale così a quattro il bilancio delle persone portate in salvo. Le palazzine accanto a quella crollata sono intanto state evacuate.

Aggiornamento 9:30, secondo quanto riportato dall'Ansa, una delle ragazze che si davano per disperse è stata individuata, mentre un anziano è stato estratto vivo dalle macerie. Per ora mancherebbe quindi all'appello solo una persona.

9:00 È crollata stamattina una palazzina di tre piani a via Piave, nel centro di Matera. Lo stabile era composto da quattro appartamenti, e al momento sarebbero tre le persone disperse, due ragazze e un uomo, mentre un anziano sarebbe già stato estratto dalle macerie.

Sul posto stanno operando i vigili del Fuoco, i carabinieri e gli operatori del 118. Da sotto le macerie pare giungano dei lamenti. Su Twitter diversi utenti hanno postato foto della palazzina distrutta.


in aggiornamento

Foto da Twitter

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO