Morte di Michael Jackson: confermata condanna a 4 anni del medico Conrad Murray

Giudicate false le dichiarazioni del medico che è condannato per omicidio involontario.

Ieri, mercoledì 15 gennaio 2014, la Corte d'appello del secondo distretto della Califormia ha confermato a condanna a quattro anni di reclusione ai danni di Conrad Murray, il medico di Michael Jackson che era con il famoso cantante al momento della sua morte, il 25 giugno 2009.

L'accusa è di omicidio involontario per aver somministrato una overdose di propofol, l'anestetico chirurgico che Michael Jackson usava, sempre sotto il controllo del suo dottore, per riuscire a dormire, poiché aveva gravi problemi alla schiena che gli causavano dolori insopportabili.

Conrad Murray è stato condannato nel novembre del 2011, ma è uscito di prigione in anticipo nell'autunno 2013 per buona condotta. Ha sempre sostenuto la sua innocenza dicendo che le prove contro di lui erano insufficienti, ma la Corte d'appello che ha confermato la sua condanna ha detto che le dichiarazioni del dottore sono da considerare false e che la prova del suo "sentimento di colpevolezza" è il fatto che abbia compiuto così tanti sforzi per ripulire la camera di Michael Jackson prima che arrivasse la polizia.

Il famoso cantante, lo ricordiamo, ebbe un malore mentre si trovava nella sua casa di Holmby Hills, a Los Angeles, durante il periodo in cui stava svolgendo allo Staples Center le prove del suo concerto che era in programma a Londra a luglio. Il dottor Murray era stato assunto dalla Aeg Live, la società promotrice dei concerti londinesi.

La notte in cui Michael Jackson è morto Murray gli aveva somministrato prima delle benzodiazepine, ma poiché non riusciva a dormire neanche così, era passato al propofol. Il dottore si era poi allontanato qualche minuto per andare al bagno e quando è tornato si è accorto che il cantante cinquantenne non respirava più e tentò una rianimazione senza successo.

Gli inquirenti hanno scoperto che Murray dopo la somministrazione del propofol era al telefono, stava usando due cellulari. I soccorsi, però, furono chiamati dalla guardia del corpo Alvarez.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO