Forconi, arresti in Puglia: impedirono l’apertura dei negozi

Sette persone agli arresti domiciliari e diciotto provvedimenti di obbligo di dimora in seguito alle proteste del dicembre 2013

ITALY-DEMONSTRATION-FORCONI

Sette arresti domiciliari e 18 provvedimenti di obbligo di dimora, sono 25 le ordinanze di custodia cautelare notificate dalla polizia fra Andria e Barletta, a carico dei presunti responsabili degli atti di violenza e delle forti intimidazioni che fra il 9 e l’11 dicembre 2013 sono stati ascritti al cosiddetto movimento dei Forconi.

Le manifestazioni di protesta ingenerarono disagi, disservizi e timori. Gli indagati sono accusati violenza privata e di minaccia e resistenza a pubblici ufficiali.
Imprenditori e commercianti locali furono costretti a chiudere le proprie attività fra cui l’Ipercoop e una banca di Andria. La serrata dell’istituto di credito fu impedita grazie all’intervento della polizia e, complessivamente, sono circa cinquanta gli indagati le sui responsabilità nei disordini sono attualmente al vaglio della magistratura.

Sulla base di alcuni filmati, il pm Luigi Scimé ha ottenuto dal gip del tribunale di Trani, Francesco Messina, i provvedimenti eseguiti dalla polizia qust’oggi. Fra le persone arrestate vi sono anche pregiudicati o persone già note alla polizia, ma non risulta vi siano autotrasportatori ovverosia rappresentanti della categoria che diede il via alla protesta su scala nazionale.

Intanto ieri, a Roma, Mariano Ferro, leader siciliano del Coordinamento 9 Dicembre, ha incontrato il presidente dell’Anci, Piero Fassino, per chiedere ai sindaci di svolgere un ruolo di intermediatori fra le istanze del movimento e il Governo, a cominciare dalla sospensione delle imposte comunali per le persone e le imprese in difficoltà. Ferro ha negato che l’incontro con il sindaco di Torino sia un cambio di strategia del movimento e ha rivendicato il ruolo dei Forconi, nonostante lo scarso successo ottenuto dalle ultime iniziative pubbliche.

Via | Ansa

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO