Meteo week end: disagi in tutta la Liguria, si cerca un disperso

Al nord previste nevicate sull’arco alpino con possibilità di estensione anche alle città di fondovalle. In Sicilia bel tempo e termometro sopra i 20°

Arriva la neve

19.10: mentre il maltempo continua a flagellare la Liguria, arriva la notizia di un tragico incidente risultato nella sparizione di una persona. A Sessarego, non lontano da Genova, due uomini sono caduti nel torrente Poggi e uno di loro risulta ancora disperso. La persona che era con lei è stata tratta in salvo e, ancora sotto shock, non è riuscita subito a dire che erano in due ad essere caduti in acqua. Per questo le ricerche sono scattate in ritardo e sono tuttora in corso.

18.00: il ministro per l’Ambiente Andrea Orlando, dopo l’ondata di maltempo che ha colpito la Liguria, ha deciso di chiedere lo stato di emergenza. Lo ha reso noto oggi con un breve comunicato:

Ho ritenuto doveroso sentire il capo della Protezione civile Franco Gabrielli per chiedere al presidente del consiglio Enrico Letta di concedere lo stato di emergenza alle zone colpite dal maltempo a partire dalla Liguria, sicuramente la regione più colpita dalle piogge di questi giorni.

Intanto, come vi abbiamo annunciato, la situazione maltempo sta lentamente scemando e a partire da domani si tornerà lentamente alla normalità.

14.08: gravi disagi anche in provincia di Modena, dove il fiume Secchia è uscito dagli argini nella zona di San Matteo, costringendo i vigili del fuoco a soccorrere i cittadini in difficoltà e la Prefettura di Modena a disporre l’evacuazione in alcune frazioni nei comuni di Bastiglia, Bomporto e Modena.

In seguito a una riunione del Centro coordinamento soccorsi è stato deciso di attivare il Piano di Protezione civile per il rischio idraulico e l’allarme è stato diramato ai Comuni lungo i corsi dei fiumi Secchia e Panaro.



11.40: Capri è isolata dalle prime ore di oggi a causa del maltempo. Tutti i collegamenti marittimi sono stati interrotti anche per colpa del vento di scirocco nel golfo. Nessuno, né le navi-traghetto nè i mezzi veloci sono riusciti a raggiungere Capri o a partire dall'isola.

Aggiornamento 19 dicembre, ore 10.30: prosegue come previsto l’ondata di maltempo in programma per tutta la giornata di oggi, con neve sulle Alpi e Prealpi sopra gli 800-900 metri al Nordovest e oltre i 1200 metri al Nordest. La Liguria continua a essere devastata da forti piogge sta stanno provocando disagi in tutta la Regione con oltre 100 frane registrate negli ultimi due giorni.

La situazione, lo rende noto la protezione civile, è particolarmente critica soprattutto sulle strade tra Imperia e La Spezia, dove fino alle ore 15 di oggi proseguirà lo stato di allerta 1.

Sono oltre 200 in tutta la regione le persone al momento senza casa, mentre il piccolo paese di Pigna, circa un migliaio di abitanti nel centro della Val Nervia, è completamente isolato a causa di una decina di frane.

Neve sulle Alpi, “primavera” in Sicilia


Sabato 18

e domenica 19 gennaio 2014, l’Italia vivrà un week end piuttosto anomalo, con una situazione estremamente eterogenea. Le previsioni meteorologiche dei prossimi due giorni fanno i conti con la quinta perturbazione di origine atlantica del mese di gennaio che alterna maltempo a brevi pause di bel tempo.

L’attuale perturbazione, sospinta da correnti Nord-Atlantiche in pieno oceano, sulla Penisola la perturbazione è preceduta da intense correnti sud-occidentali in quota che tra oggi, venerdì 17 e domenica 19 sono destinate a causare condizioni di tempo perturbato sia sulle regioni settentrionali, sia su quelle del medio-alto versante Tirrenico (Toscana e Liguria).

Abbondanti nevicate sono attese su tutto l’arco alpino, ma la diminuzione delle temperature potrebbe interessare anche i fondovalle di Valle D’Aosta, Valtellina, Ossola e Val d’Adige. Quindi potrebbero esserci nevicate anche su alcune città: Cuneo, Torino, Sondrio, Domodossola, Bolzano e Trento.

Ma, come abbiamo detto in precedenza, la situazione meteo sarà tutto tranne che uniforme. Nel centro e sud Italia il peggioramento avverrà solamente la prossima settimana e sarà preceduto da correnti sciroccali che porteranno le temperature su valori primaverili: in Sicilia le temperature dovrebbero oscillare fra i 20° e i 22° C, un clima decisamente inusuale per il mese di gennaio.

Dunque, mentre al nord l’inverno tornerà a fare l’inverno, al sud il week end sarà un’occasione per gite fuori porta e, per i più fortunati, per una bella gita al mare confortata da un clima primaverile.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO