Monsignor Scarano arrestato di nuovo

L'accusa degli inquirenti è di riciclaggio. Sequestrati beni per milioni di euro.

2G__458

Misura cautelare nei confronti di Monsignor Scarano da parte della guardia di finanza di Salerno, con l'ex contabile dell'Apsa (Amministrazione patrimonio Sede Apostolica) è finito agli arresti anche un altro sacerdote. Sono stati inoltre sequestrati beni immobili e disponibilità finanziarie per milioni di euro. Anvora non si conoscono i dettagli dell'operazione, ma le accuse sono di riciclaggio per presunte donazioni ritenute dagli inquirenti fittizie.

Al momento Monsignor Scarone si trova ai domiciliari a Salerno, le accuse sono state formulate dalla procura della Repubblica di Salerno in un'inchiesta su riciclaggio di ingenti somme di denaro. Domiciliari anche per il sacerdote di cui ancora non si conosce il nome, mentre una terza persone è coinvolta nell'operazione, un notaio nei confronti del quale è stata adottata la misura del divieto dell'esercizio dell'attività professionale.

L'ipotesi degli investigatori è che le donazioni sarebbero servite a coprire un riciclaggio di denaro di ingenti dimensioni, Monsignor Scarano avrebbe infatti contattato circa sessanta persone chiedendo loro di versare via assegno 10mila euro per ripianare i debiti di una società immobiliare titolare di alcune abitazioni nel centro storico di Salerno. Ma questi assegni sarebbero solo una partita di giro, in quanto al momento della consegna i donatori avrebbero ricevuto l'equivalente in denaro contante.

Secondo arresto, quindi, per Monsignor Scarano, che era già finito agli arresti il 28 giugno scorso in un'inchiesta della procura di Roma e poi posto agli arresti domiciliari.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO