Un elicottero dell'esercito è caduto nel viterbese: morti il generale Calligaris e il tenente Paolo Tozzi

L'elicottero era scomparso dai radar e dopo poco è stato trovato il relitto.

Caduto elicottero dell'esercito nel viterbese

Oggi, giovedì 23 gennaio 2014, in zona Monte Marta, vicino a Viterbo, un elicottero dell'esercito è scomparso dai radar intorno alle ore 13 e poco dopo l'Enel ha segnalato che proprio in quell'area era stata tranciata una linea elettrica.

I vigili del fuoco del Lazio hanno subito avviato le ricerche e altri elicotteri dell'esercito sono decollati per cercarlo, mentre l'azienda di telefonia mobile Wind si è mossa per tracciare il numero di cellulare del pilota.

Poco dopo l'avvio delle ricerche il relitto dell'elicottero è stato ritrovato e purtroppo le due persone che erano a bordo hanno perso la vita. Nelle prossime ore si cercherà di capire i motivi della caduta, se dipendenti da un malore di chi pilotava o da un'avaria del mezzo.

L'elicottereo, un AB206, era impegnato in una gasse di addestramento ed era partito dalla base del Centro addestrativi dell'Aves, l'aviazione dell'esercito, che si trova a Viterbo.

Le due vittime sono il generale Giangiacomo Calligaris, 57 anni, capo dell'aviazione dell'esercito e il tenente allievo pilota, Paolo Tozzi.
L'elicottero era partito intorno alle 11:30 e vero le 13:30 è scattato l'allarme perché il radar dell'aeroporto aveva perso il contatto con il pilota.

Calligaris, 57 anni, napoletano, era a capo dell'aviazione dell'esercito dal marzo 2013. Durante la sua carriera era stato impegnato in molte operazioni internazionali come "Joint Guardian" in Kosovo, all'Antica Babilonia in Iraq dove è stato vice-comandante dell'Italian Joint Task Force Iraq, inoltre ha coordinato le operazioni Isaf in Afghanistan, in Chad e ad Haiti dopo il terremoto. Si è ccoupato anche di operazioni di evacuazione di italiani dalla Tunisia, l'Egitto e la Libia durante la Primavera Araba, mentre in Italia ha partecipato all'Operazione Vespri Siciliani, all'Operazione "Riace", "Calabria" e "Salento". Tra le numerosissime onorificenze ricevute c'è la Croce d'Oro, la Croce d'Argento e la Croce di Bronzo al merito dell'Esercito più altri dagli Usa e la Federazione Russa.

Il Presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta ha espresso il suo cordoglio per la morte dei due militari e ha scritto:

"Consapevole e grato del lavoro che quotidianamente svolgono in Italia e nelle missioni internazionali uomini e donne delle nostre forze armate, il presidente del Consiglio è particolarmente vicino, in questo momento di profondo dolore, all'Esercito e al suo Comando aviazione, e si stringe ai familiari delle vittime"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO