Eruzione dell’Etna: continua la colata lavica, riaperto lo scalo di Catania

L’ultimo bollettino risale alle 18.10 di ieri, ma ne è atteso un altro nelle prossime ore.

ITALY-VOLCANO-ETNA

La fase eruttiva dell’Etna, in corso tra alti e bassi ormai da mesi, ha subito una nuova impennata in queste ultime ore, tanto da costringere la chiusura dell’aeroporto di Catania, riaperto dopo diverse ore alle 8.30 di stamattina.

Dal nuovo cratere di Sud-Est, lo conferma INGV-Osservatorio Etneo di Catania, si è registrata un’emissione di cenere lavica, mentre da una frattura della stessa bocca è emersa una colata bene alimentata in discesa verso la desertica Valle del Bove, dove ha raggiunto quota 1.800 metri.

Nessun pericolo, va da sé, per la popolazione. L’ultimo bollettino risale alle 18.10 di ieri, ma ne è atteso un altro nelle prossime ore se ci saranno novità di rilievo:

Il nuovo episodio di attività stromboliana […] sta continuando senza variazioni di rilievo, eccetto un aumento nella quantità di cenere emessa dall'attività stromboliana. […] Continua l'alimentazione di una colata di lava diretta verso la Valle del Bove, che sta avanzando lentamente sul terreno sub-pianeggiante alla base del versante occidentale della valle, nei pressi di M. Centenari. L'ampiezza media del tremore vulcanico che era leggermente aumentata durante la mattinata del 24 gennaio, è successiva rimasta notevolmente stabile fino alla tarda mattinata del 25 gennaio, quando è nuovamente aumentata, per ritornare nel pomeriggio sul livello precedente a questo breve aumento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO