Terremoto in Grecia, 26 gennaio 2014: scossa di magnitudo 6.0, danni lievi a Cefalonia

La scossa di magnitudo 6.0 è stata registrata tra le città greche di Paliki e Argostoli.

terremoto-grecia

17.20: la terra continua a tremare, scosse di assestamento più lievi (siamo intorno ai 3.8 gradi della scala Richter) che mantengono lo stesso epicentro, stessa intensità e stessa profondità.

Schermata 2014-01-26 alle 17.20.19

16.57: il vice sindaco di Cefalonia, Evangelos Kekatos, ha rilasciato una breve dichiarazione nella quale ha precisato che la valutazione dei danni è ancora in corso e che i disagi sono stati registrati in tutta l’isola. C’è stata qualche frana, alcune aree sono rimaste senza elettricista, ma gli unici danni al momento registrati sono di lieve entità, finestre rotte e vetrine di negozi andate in frantumi. Nessun ferito.

16.40: ancora una scossa di terremoto, più lieve delle precedenti. Magnitudo 3.8 della scala Richter alle 16.29 di oggi, a una profondità di 2 chilometri.

16.08: mentre il ministro dell’Interno Yiannis Michelakis sta raggiungendo l’isola a bordo di un elicottero, come disposto dal Primo Ministro Antonis Samaras, le autorità fanno sapere che la corrente elettrica è stata ripristinata in quasi tutta l’isola, ma i cittadini continuano a rimanere per strada terrorizzati dallo sciame sismico che non accenna a rallentare.

16.05: settima scossa della giornata, in appena una un’ora. Stesso epicentro, intensità di 4.7 della scala Richter, stessa profondità delle precedenti (2km).

15.57: si registrano danni a edifici nei dintorni di Lixouri e arrivano comunicazioni a proposito di una casa di riposo crollata, mentre un blackout ha interessato la città di Fiskardo, a nord dell’isola di Cefalonia, ma le autorità locali continuano a ricevere segnalazioni a proposito di crepe e danneggiamenti minori.

15.51: altra scossa, alle 15.41, di magnitudo 4.1, registrata a una profondità di 2 chilometri e a una distanza di 27 chilometri circa dalla città di Argostoli, a 300 chilometri da Atene.

15.49: al momento, secondo quanto riferiscono i quotidiani locali, lo sciame sismico avrebbe provocato dei danni - la cui entità è ancora in fase di rilievo - per le strade di Lixouri e nei dintorni e sembra sia stata segnalata anche la presenza di feriti, ma anche in questo caso mancano comunicazioni ufficiali.

Forte scossa di terremoto nel primo pomeriggio di oggi in Grecia, con epicentro localizzato in un raggio di 4 chilometri da Lixouri, capoluogo del comune di Paliki. La scossa, registrata alle 14.55, è stata avvertita chiaramente anche in molte aree del Sud Italia.

Secondo i rilievi dell'European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC) il sisma ha avuto un'intensa pari a 6.0 gradi della scala Richter, con epicentro localizzato in un’area a 10 chilometri tra Paliki e Argostoli, a una profondità di 24 chilometri.

Secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, invece, la scossa avrebbe avuto un’intensità pari a 6.3 e una profondità di 10 chilometri.

Poco dopo, alle 15.04, una seconda scossa più lieve, magnitudo 4.4 della scala Richter, è stata registrata nella stessa area, stavolta a una profondità di appena 2 chilometri.


Successivamente altre due scosse, alle 15.22 e alle 15.24, di magnitudo 3.9 e 4.2, entrambe con ipocentro a 2 chilometri di profondità.

Le autorità locali dell'isola hanno prontamente inviato in strada le pattuglie per rilevare la presenza di eventuali danni. Al momento, per fortuna, non si registrano danni a cose o persone.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO