Pakistan: bambini giocano con granata, sei morti

L'episodio è avvenuto nel Babar Mela, al confine con l'Afghanistan, dove si nascondono i militanti islamici e stranieri legati ad al Qaeda.

Bambini morti in Pakistan per una granata

Tragica fine per sei bambini pakistani che stavano giocando con una granata, che è esplosa tra le loro mani. La notizia arriva dalla polizia locale. Le vittime sono cinque bambini e una bambina, appartenenti a due famiglie sfollate dalla regione tribale dell'Orakzai. Si erano messi a giocare con la granata in un campo vicino a Hangu.

L'area si trova vicino alle zone sul confine afgano, dove si nascondono militanti islamici e stranieri legati al gruppo terroristico di al Qaeda: si chiama Babar Mela. L'esercito del Pakistan di recente ha condotto un'offensiva contro gli insorti nelle zone tribali. Le vittime avevano tra i cinque i dodici anni. Secondo il quotidiano Express Tribune, gli artificieri sono alla ricerca di altri esplosivi nella stessa zona.

La granata killer - a forma di uccello, dunque confondibile con un giocattolo - si trovava dentro un cassonetto della spazzatura. Nell'esplosione è rimasto ferito un settimo bambino. All'inizio di gennaio, nella stessa zona di Babar Mela, un ragazzo di 14 anni aveva affrontato un attentatore suicida di fronte alla scuola che frequentava: un sacrificio fatto per salvare i compagni, riuniti in assemblea.

Il Pakistan è in un periodo molto turbolento: i militanti islamici vogliono infatti rovesciare l'esecutivo e imporre la sharia, la legge islamica, nel Paese. I civili delle regioni tribali sono le vittime di questa guerra. E, purtroppo, tra questi si contano sempre più minori.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO