1 febbraio, Treno della Libertà: le iniziative italiane in solidarietà alle donne spagnole

Grande mobilitazione europea di solidarietà per le donne spagnole, che protesteranno davanti al Parlamento in difesa dell'attuale legge su salute sessuale e riproduttiva e sull'interruzione volontaria di gravidanza

Sabato 1 febbraio 2014 in Italia e in Europa si terrà una grande mobilitazione in contemporanea con la protesta organizzata in Spagna davanti al Parlamento, il "Treno della Libertà", contro la proposta della nuova legge sull'interruzione della gravidanza che limita fortemente la libertà della donna, presentata lo scorso dicembre dal ministro della Giustizia.

"Yo decido" - "Decido io" è lo slogan unanime: la proposta di legge infatti, cancellando la legge Zapatero del 2010, autorizza l'interruzione della gravidanza solo in caso di violenza sessuale o di grave rischio per la salute fisica e psichica della donna. Tale rischio deve essere certificato da due medici.

Il cuore della protesta sarà la mobilitazione che partirà alle 12 a Madrid dalla stazione Atocha per poi dirigersi verso la Camera dei deputati. Lì sarà consegnata una lettera aperta al Capo del Governo, al Presidente del Parlamento, alla Ministra Ana Mato, al Ministro Alberto Ruiz Gallardón (autore della proposta di legge) e ai vari gruppi parlamentari.

Perchè io decido a partire dall’autonomia morale, che è la base della dignità della persona, non accetto nessuna imposizione o proibizione riguardante i miei diritti sessuali e riproduttivi e quindi la mia piena realizzazione in quanto persona. Come essere umano autonomo rifiuto di sottomettermi a trattamenti degradanti, ingerenze arbitrarie e tutele invadenti nella mia decisione di essere o non essere madre.

Perché sono libera invoco la libertà di coscienza come bene supremo su cui baso le mie scelte. Considero cinici coloro che fanno appello alla libertà per restringerla e malevoli coloro che vogliono imporre a tutte/i i propri principi di vita, ispirati alla religione, senza badare alla sofferenza che essi causano. Come essere umano libero rifiuto di accettare una maternità forzata e un regime di tutela che condanna le donne alla "permanente immaturità sessuale e riproduttiva"

(qui la versione integrale)

Ecco i dettagli delle iniziative italiane.

Le manifestazioni in Italia

ROMA
p.za Mignanelli (zona p.za di di Spagna), ore 15.30, sotto all’Ambasciata spagnola

MILANO
via Fatebenefratelli 26, dalle ore 14.00, sotto al Consolato spagnolo

FIRENZE
via de’ Servi 13, alle 15,30, sotto al Consolato spagnolo

PISTOIA
"vagoni della libertà" verso Firenze

SIENA
manifestazione, luogo e ora TBC

REGGIO CALABRIA
corso Garibaldi, di fronte al teatro Cilea dalle ore 16.30

COSENZA
assemblea pubblica per parlare dell'abolizione della legge sull'aborto in Spagna

VERCELLI
Via Cavour, ore 16:00 - 17:00

BOLOGNA
p.za del Nettuno, ore 15.00

RAVENNA
flash mob in P.za Andrea Costa 16-18

CATANIA
davanti alla Prefettura ore 11.00

CAGLIARI
p.za della Costituzione (sotto al bastione) ore 16

NAPOLI
consolato spagnolo, in via dei Mille 40 alle ore 16.00

La legge 194

In Italia l'interruzione volontaria di gravidanza - la IVG - è 'tutelata' dalla Legge 22 maggio 1978, n.194 (in precedenza l'aborto era un reato penale), che consente alla donna, nei casi previsti dalla legge, di poter ricorrere alla IVG in una struttura pubblica (ospedale o poliambulatorio convenzionato con la Regione di appartenenza), nei primi 90 giorni di gestazione o tra il quarto e quinto mese solo per motivi di natura terapeutica.

Abbiamo messo il termine 'tutelata' tra virgolette perchè da qualche anno i diritti delle donne sono stati messi in discussione dall'aumento dell'obiezione di coscienza, che rende di fatto molto difficile l'aborto soprattutto nelle regioni del Sud.

Nel nostro Paese l'obiezione spesso viene applicata - ma non si potrebbe - anche ad un dispositivo non abortivo, ovvero la pillola del giorno dopo (considerato contraccezione di emergenza), che spesso non viene prescritta dai medici obiettori.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO