Nuova Zelanda: premier propone nuova bandiera, senza l'Union Jack

E vuole sottoporre la modifica a referendum: "Il Canada quando ha adottato il nuovo simbolo, non si è pentito".

Una bandiera della Nuova Zelanda che sia veramente nazionale, senza l'Union Jack ereditato dalla Gran Bretagna. E' la proposta del premier conservatore John Key, che potrebbe venire sottoposta a referendum. Ci sarebbe già anche la data: la stessa delle elezioni generali che sono previste entro la fine del 2014. Tra l'altro, l'attuale simbolo neozelandese somiglia a quello australiano, finendo per far confondere le due bandiere.

La Nuova Zelanda riscopre anche così l'orgoglio nazionale. E punta a inserire - al posto dell'Union Jack - la felce argentata su sfondo nero che già adorna le maglie degli All Blacks di rugby. Per fare questo cambiamento, in realtà non servirebbe un referendum: sarebbe sufficiente una semplice modifica legislativa. Ma secondo Key la gente va consultata.

"La considero una questione costituzionale e deve essere votata dai neozelandesi". Key ha aggiunto che il referendum dovrebbe essere simile a quello che nel 1994 ha introdotto il sistema proporzionale al posto del maggioritario. L'opinione pubblica, però, contrariamente a ciò che si può pensare dall'esterno, è spaccata sulla necessità di cambiare bandiera.

Se però la domanda fosse stata posta ai neozelandesi subito dopo la Coppa del mondo di rugby, i favorevoli sarebbero saliti al 60 per cento, ha detto il premier. E ha osservato: il Canada non si è mai pentito di aver abbandonato l'Union Jack e di aver adottato la bandiera con la caratteristica foglia di acero nel 1995, dopo un lungo e acceso dibattito. Quello che adesso si aprirà anche in Nuova Zelanda.

Bandiera Nuova Zelanda

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO