Le prime pagine di oggi, sabato 1 marzo 2014

La rassegna stampa delle prime pagine in edicola stamattina.

Prime pagine di sabato 1 marzo 2014

È ancora il decreto “salva-Roma” a tenere banco sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani in edicola oggi, sabato 1° marzo 2014. Su qualche giornale si affacciano tuttavia anche i temi del lavoro, dopo gli sconfortanti dati diffusi ieri sula disoccupazione, e della crisi in Ucraina, dove i russi hanno praticamente invaso la Crimea con oltre duemila soldati.

Il governo Renzi ieri ha approvato un nuovo decreto per venire in soccorso agli enti locali in difficoltà finanziaria e tra essi c’è ovviamente il Comune di Roma, che è quello che fa più discutere. Il Corriere della Sera presenta in prima pagina un editoriale intitolato “Troppi decreti, poche decisioni”, poi dedica l’apertura all’Ucraina con “Le mani della Russia sulla Crimea” e il taglio centrale alle nomine dei sottosegretari e vice-ministri che hanno giurato proprio ieri sera.

Anche la Repubblica apre con Kiev, mentre per quanto riguarda la politica, più che sulle polemiche sul “salva-Roma” si concentra su quelli che sono i piani del governo per l’immediato futuro e cioè il Jobs Act e gli aumenti sulla Tasi.

A Roma, Il Tempo titola “La società dei magnaccioni” con riferimento al decreto che fa arrivare i soldi alla Capitale per evitare il default, ma con il rischio che il Comune aumenti le tasse. Il Messaggero invece titola “Salva Roma, ecco la stretta”, poi dedica ampio spazio al calcio con le due squadre impegnate in Serie A, il taglio centrale alla Crimea invasa dai russi e anche alla raccomandazione della Farnesina di non andare in vacanza in Egitto in questo periodo.

I quotidiani di area berlusconiana criticano aspramente la decisione del governo Renzi di aiutare il Campidoglio: Libero titola “A Roma i soldi a noi le tasse” e ritrae in una vignetta il premier che “da rottamatore” diventa “riciclatore”; il Giornale titola “Renzi o non Renzi, è sempre tassa” con riferimento alla Tasi e poi “E su Roma piovono 570 milioni. Un regalo al sindaco Marino”.

Molto dura la prima pagina de La Padania della Lega: “Il mantenuto” è il titolo dedicato a Ignazio Marino, ritratto come un antico romano che se la gode mentre Renzi e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano del Rio suonano per lui.
Anche a sinistra, però, le critiche nei confronti del “salva-Roma” sono molto aspre: il Manifesto presenta in prima pagina una foto di Matteo Renzi e il titolo “Il sindaco di Roma”.
l’Unità dedica invece l’apertura alla questione lavoro e titola “se non ora quando”.

il Fatto Quotidiano scrive “Ecco i vice-impresentabili. Berlusconi torna al governo” e propone un fotomontaggio con metà volto del Cavaliere e metà di Matteo Renzi, il riferimento è ai viceministri nominati ieri, poi nel taglio centrale “Aumenta la Tasi con la scusa del salva-Roma”.

La Stampa di Torino apre con “Renzi: piano choc per il lavoro” e dedica ala fotonotizia all’Ucraina, mentre Il Mattino di Napoli si sofferma sul fatto che il “salva-Roma” aiuta anche i Comuni in pre-dissesto e titola “Napoli evita il crac, tasse al massimo”, anche in questo caso la foto è per la Crimea invasa dai russi.
Il quotidiano cattolico Avvenire si sofferma sulla questione occupazione e titola “Sempre meno lavoro. Il governo si muove”, poi nel taglio dentale troviamo Papa Francesco che ieri ha aperto ai divorziati dicendo che devono essere accompagnati e non emarginati come la Chiesa ha fatto finora.

Per quanto riguarda i quotidiani sportivi, occhi puntata sulla giornata di campionato di calcio di Serie A che inizia stasera con Roma-Inter. Sulla Gazzetta dello Sport il titolo principale è “Il derby del profeta” con riferimento al nerazzurro Hernanes che fino a qualche settimana fa era della Lazio, poi c’è spazio anche per il motociclismo e in particolare per Valentino Rossi che “torna a sorridere”, per il tennis con Federer che ha battuto Djokovic e per i ciclismo che si prepara alla Milano-Sanremo tra meno di venti giorni. Il Corriere dello Sport si rivolge ai direttori di gara con un minaccioso “Fate gli arbitri” in vista delle sfide cruciali tra cui proprio Roma-Inter di stasera, mentre Tuttosport dedica il titolo principale al tecnico juventino Antonio Conte che alla sua squadra, in vista della sfida con il Milan di domani sera, dice “Mente fredda e cuore caldo”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO