Miracolo in Usa: sta per essere imbalsamato, ma si risveglia

Un 78enne, dichiarato morto dal medico legale, inizia a scalciare mentre gli addetti delle pompe funebri stanno per imbalsamarlo.

Dichiarato morto, pronto per essere imbalsamato. Si è salvato sul suono del gong Walter Williams, 78enne residente a Lexington, in Mississipi. Il medico legale mercoledì sera, dopo averlo visitato, aveva verificato che l'uomo non aveva più polso. Era quindi iniziato l'iter che, come da volontà dei suoi familiari, si sarebbe dovuto concludere con l'imbalsamazione del corpo.

Williams viene quindi messo in un sacco nero e portato via dal suo appartamento dalle pompe funebri. Quando gli addetti stanno per cominciare le operazioni, la sorpresa: l'uomo inizia a muoversi nel sacco nero. Viene naturalmente sospeso il rito e il resuscitato viene immediatamente trasportato in ospedale. Qui, secondo le prime informazioni, i medici avrebbero spiegato che era stato il pacemaker a smettere improvvisamente di funzionare. Per un lasso di tempo sufficiente a dichiararlo morto ma, fortunatamente, non a imbalsamarlo.

Walter Williams, quando era più giovane, aveva lavorato prima come agricoltore e poi per una scuola locale. Intervistato dal giornale inglese "Mirror", si è limitato a dire di essere molto felice di essere ancora vivo. E anche fortunato. Lo sceriffo della contea ha così commentato: "Ho parlato con il medico legale e l'unica cosa che ha saputo dirmi è che si è trattato di un miracolo".

E la famiglia? La nipote: "Mio cugino mi ha chiamato dall'ospedale e mi ha detto: non ancora. E io: che vuol dire? Papà è ancora con noi. Non so quando sarà dimesso dall'ospedale e potrà tornare qui a casa, ma l'importante è che sia ancora vivo". E forse i miracoli non vanno neanche spiegati. Accadono. A volte anche sul suono del gong.

Cimitero di Lexington

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO