Iraq: kamikaze a Hilla, 32 morti e oltre 140 feriti

L'attentatore suicida si è fatto esplodere a un posto di blocco in un momento di grande affluenza in entrata in città.

Attacco a un posto di blocco in Iraq, nei pressi della città di Hilla. Il bilancio provvisorio è pesante, con 32 morti e oltre 140 feriti. Come ha riferito un ufficiale della polizia, si è trattato di un kamikaze che si è fatto esplodere in un momento di grande affluenza all'ingresso della città, 95 chilometri a sud di Bagdad.

"Alcune vittime sono rimaste intrappolate nelle loro auto, che sono andate bruciate" ha riferito la fonte. Sul posto sono arrivate numerose ambulanze, mentre le forze di sicurezza irachene hanno chiuso la zona al traffico. L'attentatore era a bordo di una vettura che si è schiantata direttamente contro il posto di blocco della cittadina a maggioranza sciita.

Non sono mancate le prime reazioni politiche all'attentato suicida di questa mattina. Il primo ministro di Bagdad, Nouri al-Maliki, ha infatti accusato i governi di Arabia Saudita e Qatar di aver praticamente dichiarato guerra all'Iraq dando sostegno politico e finanziario agli insorti di etnia sunnita del Paese. E fornendo loro supporto logistico e armi.

Secondo fonti delle Nazioni Unite, in Iraq sono state uccise 8.868 persone nel 2013, mentre più di 1.400 sono le vittime tra gennaio e febbraio di quest'anno. Una carneficina, come mai si era visto dalla guerra che ha spodestato la dittatura di Saddam Hussein.

Attentato a Hilla

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO