Rapporto AlmaLaurea: un laureato su 4 è disoccupato un anno dopo la laurea

Dal 2008 al 2013 è salita dal 10% al 26,5% il numero dei disoccupati un anno dopo la laurea.

Oggi a Bologna nel corso del convegno "Imprenditorialità e innovazione: il ruolo dei laureati" è stato pesentanto il Rapporto di AlmaLaurea che racchiude i risultati di un'indagine condotta su oltre 450mila ragazzi di sei diverse generazioni universitarie, quelle che si sono laureati tra il 2007 e il 2012. Il consorzio, che unisce 64 università italiane, ha cercato di capire qual è la situazione dei laureati in Italia dal punto di vista occupazionale.

Dall'indagine è emerso che dal 2008 al 2013 il numero di laureati che non ha trovato lavoro nel primo anno successivo al conseguimento del titolo è più che raddoppiato: nel 2008 si aggirava attorno al 10%, ora è salito al 26,5% per i ragazzi in possesso di laurea triennale, al 22,9% per coloro che hanno la laurea specialistica e al 24,4% per chi ha conseguito la laurea magistrale e a ciclo unico.

Nel 2008 il 41,8% dei laureati in tre anni e il 26,9% dei laureati con specialistica aveva un contratto a tempo indeterminato, oggi questi numeri sono scesi rispettivamente al 26,9% e al 25,7%.
Capitolo retribuzioni: le retribuzioni reali per i giovani laureati sono diminuite del 20%, si è passati dai 1300 euro al mese del 2008 ai 1000 euro del 2013.

Cinque anni dopo la laurea la situazione per fortuna migliora: tra coloro che si sono laureati nel 2007 oggi meno del 10% è disoccupato e otto su dieci hanno un contratto di lavoro stabile, mentre la paga è di poco sotto a 1.400 euro, una cifra più bassa rispetto alle generazioni di laureati che sono venute prima della crisi.

In ogni caso i laureati sono quelli che hanno più possibilità di trovare un lavoro rispetto ai diplomati: tra il 2007 e il 2013 il differenziale tra il tasso di disoccupazione dei neolaureati e quello dei neodiplomati è salito dal 2,6% all'11,9%. Inoltre, per quanto riguarda la retribuzione, un laureato può aspirare a un'assunzione con una paga di 1.309 euro, un diplomato deve accontentarsi di 1.131 euro. Le aziende con oltre 250 dipendenti pagano in media 1.854 euro i laureati, ma in questa stima sono inclusi anche i dirigenti e i laureati con esperienza pluriennale.

Rapporto AlmaLaurea su laureati e disoccupazione in Italia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO