Tsunami a Fukushima: tre anni dopo, il ricordo del Giappone

Tra morti e dispersi, il Giappone ricorda le 18 mila vittime del terremoto e dell'onda anomala che causò anche il tilt della centrale nucleare di Fukushima.

L'11 marzo del 2011, prima un terremoto e poi uno tsunami sconvolsero il Giappone. Il bilancio, pesantissimo, di 18 mila morti e dispersi, fu aggravato dalla crisi tuttora irrisolta alla centrale nucleare di Fukushima. A tre anni di distanza, l'intero Paese si è fermato per ricordare le vittime. Alle 14.46 locali (le 6.46 in Italia), il momento chiave con la scossa di terremoto di magnitudo 9 sulla scala Richter.

Manifestazioni oggi in tutto il Giappone. Anche per dire alle istituzioni di fare in fretta. Sono infatti ancora 270 mila le persone che non hanno potuto fare ritorno nelle loro case, spazzate via dal mare d'acqua che si riversò sulle coste in seguito allo tsunami. Ci sono anche interi quartieri che restano inagibili a causa della radioattività sprigionatasi dalla centrale.

Si stima che oltre 100 mila giapponesi vivano in abitazioni provvisorie prefabbricate. Malgrado le promesse del governo, tanti rischiano di dover attendere anni prima di essere rialloggiati. Soltanto il 3,5 per cento delle abitazioni definitive è stato costruito nelle province di Iwate e Miyagi. Il premier Shinzo Abe ha parlato in Parlamento proprio in merito alla situazione 'case'.

"Sono determinato ad accelerare la ricostruzione, la riabilitazione del Giappone non avanzerà senza che le regioni devastate siano rimesse in piedi". L'anno scorso, 600 persone coinvolte nella crisi nucleare di Fukushima hanno presentato nuove denunce contro lo Stato e la società che gestisce l'impianto, la Tokyo Electric Power (Tepco), per i danni subiti.

Tra le nuove denunce, anche quella di un lavoratore della Tepco che si trovava nella centrale al momento dell'incidente e che, da allora, non ha mai potuto riprendere a lavorare per le ferite riportate. Per far fronte ai costi di ristrutturazione e alle migliaia di richieste di indennizzo, la Tepco ha approntato un fondo, appoggiato dallo Stato, pari a 36 miliardi di euro.

Giappone commemora morti dello tsunami

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO