Le prime pagine di oggi, giovedì 13 marzo

Le prime pagine dei principali quotidiani in edicola oggi, giovedì 13 marzo 2014

006fatttoq

Il "mercoledì da leoni" di Matteo Renzi campeggia sulle prime pagine di tutti i quotidiani nazionali, tra alti e bassi, polemiche e complimenti.

Il quotidiano torinese LaStampa parla di un vero e proprio "scatto" del premier e, quasi un unicum tra tutti i quotidiani, riporta in prima pagina le novità sull'attentato a Paolo Borsellino del 1992, secondo le quali l'innesco dell'autobomba sarebbe stato attivato nel citofono, dallo stesso magistrato. LaRepubblica dedica gran parte della prima pagina a Renzi, alla sua "frustata": nel suo editoriale Massimo Giannini parla apertamente di "azzardo", non fustigando però il premier, che ieri ha mostrato una verve comunicativa tipicamente berlusconiana.

Il Corriere della Sera offre il titolo principale al governo e al taglio dell'Irpef annunciato da Renzi, ma a centropagina riporta anche la notizia dell'esplosione avvenuta ieri ad Harlem, New York; rimanendo a Milano, IlGiornale dedica l'intera prima pagina alla conferenza stampa di Renzi di ieri pomeriggio e, più in generale, agli equilibri interni a maggioranza e partito di maggioranza: nel suo editoriale Nicola Porro parla di una "ricetta di destra applicata a sinistra": il primo ministro, seppur non in maniera manifesta, piace alle firme del quotidiano della famiglia Berlusconi. Libero parla anch'esso di "azzardo" del premier sulle tasse, ma le notizie principali della prima pagina sono due: le novità sullo scandalo delle "baby squillo" dei Parioli, con il coinvolgimento nell'inchiesta della procura di Roma del marito di Alessandra Mussolini, e una lettera di Marco Carrai, ex consigliere dell'ex sindaco di Firenze Renzi, che rivela alcuni retroscena sull'affitto di un attico da parte di Matteo Renzi.

Il Fatto Quotidiano parla apertamente di mossa elettorale di Renzi, quella di ieri in conferenza stampa post-Cdm, in vista delle elezioni europee: 80 euro in busta paga che, secondo i giornalisti del Fatto, ricordano le scarpe di Achille Lauro. Il quotidiano romano IlTempo invece dedica la foto di copertina a due attivisti per i diritti abitativi (ieri il governo ha varato un decreto in materia) sbeffeggiando: "Cari Okkupanti, la pacchia è finita: pagherete tutto". IlMessaggero invece offre titoli decisamente più "tecnici", sul taglio dell'Irpef annunciato entro maggio da Renzi e sulle misure economiche e sociali adottate ieri dal Consiglio dei ministri. Ampio approfondimento interno sulla spending review.

Il quotidiano comunista ilmanifesto non è morbido con Renzi: "C'era una svolta" titola, ponendo tantissimi dubbi sulla sostenibilità dell'annuncio di Renzi (occorrono 10 miliardi, secondo i giornalisti del manifesto Cottarelli ne avrebbe trovati solo 3), ma non critica di fatto la scelta di tagliare le tasse in busta paga (e non ai liberi professionisti). Il quotidiano l'Unità, restando a sinistra, titola "Più soldi in busta paga", una linea di credito pressoché indeterminata al premier Renzi, che incassa il beneplacito del quotidiano fondato da Gramsci anche in materia di legge elettorale (ieri il "si" della Camera).

Il quotidiano napoletano IlMattino riporta a centropagina la notizia dell'indagine per abuso d'ufficio sul sindaco Luigi De Magistris, mentre il giornale cattolico Avvenire in edicola oggi dedica ampio spazio al primo anno di pontificato di papa Francesco, che si celebra oggi. Il Foglio offre oggi un approfondimento critico-giudiziario sulla terra dei fuochi, mettendo mano alle parole dei pentiti di camorra che sul tema vengono visti dai media come dei guru.

Le prime pagine di oggi, giovedì 13 marzo

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO