Sciopero dei treni in Italia 14 marzo 2014: otto ore di astensione, disagi

Garantire soltanto le Frecce di Trenitalia e i treni regionali nelle fasce di sicurezza per i pendolari. L'astensione è cominciata alle 9 e termina alle 17.

Disagi per chi viaggia in treno oggi in tutta Italia. Il sindacato Orsa e altre organizzazioni autonome, infatti, hanno proclamato per oggi un'astensione di otto ore. Viaggiano soltanto le Frecce di Trenitalia e i regionali nelle fasce di garanzia, dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. Trenitalia ha messo a disposizione un numero verde, 800-500-005, per tutti i pendolari che volessero informazioni su cancellazioni e partenze.

La protesta è cominciata alle 9 e già si vedono i primi disagi. Orsa parla di "sistemi di turnazione usati come strumenti di tortura del personale" per giustificare lo sciopero. Poi attacca la riforma Fornero, che ha innalzato l'età pensionabile da 58 a 67 anni. E ancora, parla dell'approvazione della legge 214/11, che determinerebbe "ingiustificate differenze tra lavoratori che operano nello stesso settore o svolgono la stessa mansione".

Ferrovie dello Stato ricorda che ci sono convogli che garantiscono la partenza nonostante l'astensione, che termina alle 17 di oggi. Per il Malpensa Express vengono utilizzati dei pullman che partono negli stesso orari dei convogli su rotaia. Attivo il collegamento tra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino. La tabella dei treni operativi è consultabile sul sito www.trenitalia.com.

Da segnalare la conferma di un altro sciopero, per il prossimo 19 marzo. In questo caso, i disagi si avvertiranno soprattutto nelle grandi città. A incrociare le braccia sarà infatti il personale di autobus, metropolitana e tram. Lo stop sarà di 24 ore. Al centro della protesta, il mancato rinnovo del contratto di lavoro del Trasporto pubblico locale, che riguarda 110 mila lavoratori.

Otto ore di astensione

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO