Aosta, eredita 5 milioni e lo scopre 10 anni dopo grazie al fisco

Ora il 60enne si trova con una fortuna con cui fare piacevolmente i conti e con 10 anni di tasse non versate allo Stato italiano.

FRANCE-ECONOMY-FINANCE-CRISIS-DEBT-EUROS-FEATURE

Curiosa vicenda in arrivo da Aosta, dove un professionista di 60 anni ha scoperto solo recentemente di essere il destinatario di un’eredità che ammonta a ben 5 milioni di euro, una fortuna fatta di contanti, azioni, fondi di investimento e diversi alloggi.

Peccato, però, che l’uomo l’abbia scoperto soltanto oggi, dieci anni dopo, quando il fisco ha bussato alla sua porta contestandogli le tasse non pagate in questo lungo periodo, dieci anni di evasione fiscale con cui ora si trova a dover fare i conti.

L’uomo sostiene di non esser stato informato dell’eredità, lo scrive oggi La Stampa:

Ho ereditato mia insaputa, nessuno mi ha avvertito. E sa perché? Perché la legge non lo prevede. Non c’è scritto da nessuna parte che devi avvertire un erede sul fatto che ha ereditato, e così lui può anche restare all'oscuro di tutto, come è accaduto a me. Il problema, ora, è dimostrarlo allo Stato che mi insegue accusandomi di aver evaso il fisco.

Il ricco parente è il defunto suocero del professionista valdostano, vedovo e padre di due figli. Tutto è cominciato nel 1979:

Nel gennaio 1979 la mia futura consorte mi disse che suo padre si era montato la testa perché un colpo di fortuna lo aveva reso molto ricco. […] Ma i rapporti con i genitori di mia moglie si ruppero, tanto che manco presenziarono al nostro matrimonio, né le cose cambiarono con la nascita dei nostri due figli e la morte di mia moglie nel 1991. Nel 2002 morì mia suocera, ma solo alla scomparsa di mio suocero, nell’aprile 2012 e cioè dieci anni dopo, venni a sapere che, non avendo fatto con la moglie la divisione dei beni, quest’ultima era proprietaria della metà di tutti i beni e quindi, dal giugno 2002, la “torta” era diventata del 75% di mio suocero e del 25% dei miei figli, che però non ebbero disponibilità né degli alloggi in Piemonte e Liguria, né dei loro affitti, né dei soldi e neppure delle rendite.

La questione, racconta l’uomo, finiva lì. Il problema è che, non avendo rifiutato l’eredità, proprio perchè all’oscuro di tutto, poco cambia per lo Stato:

chi eredita, se non rifiuta quanto ereditato, deve ottemperare a obblighi fiscali, disattesi da me finchè i figli erano minorenni e da loro una volta raggiunta la maggiore età: tutto ciò perché nessuno ci aveva detto nulla.

E, adesso, se da un lato si trova con una fortuna con cui fare piacevolmente i conti, dall'altro dovrà affrontare anche quei 10 anni di tasse non versate allo Stato italiano.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO