Immigrazione clandestina: affonda barca nell'Egeo, sette morti

Tra le vittime ci sono anche due bambini. Il natante era partito dalla Turchia, ma improvvisamente aveva iniziato a imbarcare acqua.

Sette vittime nel naufragio di un'imbarcazione al largo delle coste della Grecia. Tra i morti, anche due bambini. Sulla barca, composta da immigrati clandestini, viaggiavano circa una ventina di persone. Otto sono state tratte in salvo, due sono invece i dispersi. Lo riferiscono i media ellenici, precisando che l'incidente è avvenuto la scorsa notte al largo dell'isola di Lesbo, nell'Egeo orientale.

Il natante, come hanno riferito i sopravvissuti ai soccorritori della guardia costiera greca, improvvisamente ha cominciato a imbarcare acqua e in breve tempo si è inabissato. A quanto pare, i migranti erano salpati dalla vicina Turchia ed erano diretti in Europa. I clandestini soccorsi all'alba sono stati successivamente trasferiti nell'ospedale dell'isola.

Due corpi, ha precisato il ministero greco della Marina mercantile, sono stati rinvenuti al largo dell'isola di Lesbo, gli altri cinque sono stati recuperati invece sul relitto della barca. Nella ricerca sono state coinvolte tre barche della Guardia costiera, un elicottero e imbarcazioni private. La Grecia, come l'Italia, è un crocevia dell'immigrazione verso altri Paesi europei.

Nel mese di gennaio. dodici migranti erano annegati nel ribaltamento del loro barcone nei pressi dell'isola greca di Farmaco, nell'Egeo orientale. Come spessissimo accade in questi casi, le imbarcazioni utilizzate per la traversata sono piccole e insicure. Oltre che sovraffollate.

Tragedia nel Mar Egeo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO