Frana Genova: riscaldamento interrotto in città e in 16 comuni

La conduttura, larga 24 pollici, è rimasta seppellita a 4 metri di profondità. Chiusa via Pelissa. Impossibile fare previsioni sul ripristino del servizio

Le frane continuano a essere un grave problema per la Liguria. Ieri una frana su un condotto ha creato gravi disagi sulla rete del gas di Genova e di altri 16 Comuni vicini al capoluogo. La Protezione civile ligure ha invitato i cittadini a non utilizzare il metano se non per la cottura del cibo e spegnere tutti gli impianti di riscaldamento. Via Pelissa, una strada periferica del capoluogo ligure è stata chiusa al traffica ed è stato fatto divieto ai residenti e ai passanti di accendere motori, telefoni cellulari e fiamme.

Lo smottamento di terreno che ha causato i disagi è avvenuto a Orero. Tutti i provvedimenti di chiusura e di divieto sono stati presi a scopo precauzionale nonostante le case più vicine al luogo della rottura del condotto fossero ad alcune decine di metri di distanza.

L’area nella quale è avvenuta la fuga di gas è stata individuata grazie ai rilevatori e la conduttura, larga 24 pollici, è rimasta seppellita a 4 metri di profondità.

La falla che si è aperta è importante e le previsioni per il ripristino di una normale erogazione del gas sono impossibili,

ha dichiarato l'assessore con delega alla Protezione civile del Comune di Genova, Gianni Crivello, dopo una riunione con i tecnici di Rete Gas Italia, Vigili del fuoco e tecnici del comune di Genova che si è svolta al Centro operativo comunale.

Genoa - Places To Visit

Via | TgCom24

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO