Decreto Salva - Roma: Marino se la prende con caldarrostai e camion bar

"Vi sembra normale che chi vende caldarroste a Roma paghi come tassa di occupazione di suolo pubblico tre euro al giorno, quando un sacchetto di castagne ne costa quattro?Che un camion bar che guadagna 2 - 3 mila euro al giorno paghi tre euro ogni 24 ore per occupazione di suolo pubblico?".

Nuova crociata del Sindaco di Roma, Ignazio Marino contro gli sprechi. Questa volta, in audizione parlamentare davanti a Camera e Senato che discutono il decreto 'Salva Roma', se l'è presa contro i caldarrostai e i camion bar della capitale: "Noi non vogliamo mettere nuove tasse, ma vi sembra normale che chi vende caldarroste a Roma paghi come tassa di occupazione di suolo pubblico tre euro al giorno, quando un sacchetto di castagne ne costa quattro? Vi sembra che normale che un camion bar che guadagna 2 - 3 mila euro al giorno paghi tre euro ogni 24 ore per occupazione di suolo pubblico?".

Marino ha tenuto un lungo discorso: "Piano di rientro? Entro 120 giorni sarebbe meglio, 90 giorni sono sufficienti. Io accetto la sfida che ci imporrete e accetto anche l'invito a tornare qui ogni volta che sarà richiesto". Criticando lo Stato: "Dia fondi a Roma per il ruolo di Capitale. Gli oneri devono essere coperti dalla fiscalità generale, con modalità certe e stabili nel tempo".

E poi: "Le sedi diplomatiche non pagano la tassa sui rifiuti. Inclusi Paesi estremamente benestanti, come Emirati Arabi e Kuwait. Anche a causa di questo, il peso economico sui cittadini romani è fortissimo, secondo in Italia solo a quello di Napoli". Si tocca il tasto Acea: "Non c'è alcun conflitto con i vertici dell'azienda, ma quest'ultima collabori. Per chiudere la ferita della discarica di Malagrotta devo trovare una soluzione temporanea e devo mandare fuori della città una parte del milione e 8 mila tonnellate di rifiuti che Roma produce ogni anno, circa 5000 tonnellate al giorno, ma l'Acea non collabora".

Il trasporto pubblico: "In bilancio quest'anno riceveremo 140 milioni di trasferimenti dallo Stato alla Regione e poi al Comune, ma sapete quanto costa far spostare metro e bus ogni mattina? Costa 550 milioni di euro l'anno". Meglio va per la vendita degli immobili dismessi: "Da cui incasseremo 280 milioni. Sono circa 600 gli immobili pronti a essere dismessi". Le auto blu: "Roma ha un parco macchine immenso, ne abbiamo dismesso il 30 per cento, tre macchine pregiate a disposizione del sindaco le abbiamo vendute. Per quel parco macchine, Roma paga un milione di euro l'anno di affitto in garage".

Ignazio Marino

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO