Bufala su Le Goff e Il Trono di Spade: anche lo storico Franco Cardini ci casca

Un burlone modifica la voce di Wikipedia dello storico morto e i giornalisti (che non controllano) ci cascano

Jacques Le Goff co-autore del Trono di Spade? Per quanto possa sembrare incredibile, c'è qualcuno che ci ha creduto. E non parliamo dei giornalisti, che nella maggior parte dei casi hanno copincollato Wikipedia senza neanche leggere, ma dell'importante storico Franco Cardini.
Cardini ha rilasciato un'intervista a Radio 24 (ancora presente sul sito) in cui non solo crede alla bufala, ma ci ricama sopra parlando di quanto fosse importante per Le Goff raggiungere il grande pubblico.

«Le Goff - ricorda Franco Cardini - è riuscito a fare una divulgazione che fosse veramente un filo diretto tra la ricerca scientifica e il grande pubblico, senza sfuggire nemmeno a sperimentazioni anche molto coraggiose. Nel 2000 lui e George Martin hanno scritto un romanzo fantasy, I fiumi della guerra: Le Goff aveva capito che al giorno d'oggi quest'immaginario era qualcosa di cui i giovani avevano bisogno. Era un uomo assolutamente privo di paraocchi».

Su Twitter l'autrice dell'intervista, Marta Cagnola, reagisce con autoironia:

La morte di Le Goff e la bufala sul romanzo scritto con George R. R. Martin


Ormai è un classico: ogni qualvolta muore un personaggio pubblico, qualche buontempone entra nella sua voce di Wikipedia aggiungendo qualche particolare assurdo ma apparentemente verosimile. La conseguenza è che i giornalisti che si affollano ad attingere (leggi: copiare) le informazione di Wikipedia senza verificare riportano come vera la bufala. La cosa assurda è che, nonostante sia ormai una costante, si ripete ogni volta.

È successo oggi con la morte dello storico del Medioevo Jacques Le Goff: chi è andato sulla voce Wikipedia italiana dello studioso nei minuti successivi alla notizia della morte, si è ritrovato questa frase.
Schermata 2014-04-01 a 12.49.22

Nel 2011 firma, con George R. R. Martin, I fiumi della guerra, dal quale viene tratto l'omonimo episodio de Il Trono di Spade.

Quindi Le Goff, illustre studioso, avrebbe lavorato a quattro mani con il romanziere fantasy Martin per la stesura di uno dei volumi del Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Una bufala, e neanche delle più riuscite per quanto è inverosimile – d'altronde bastava visitare il link al romanzo in questione per capire che Le Goff non c'entrava niente.

E invece i giornalisti italiani non solo non hanno fatto questa verifica, ma probabilmente non hanno neanche letto, limitandosi a copincollare il contenuto della voce. Voce che è poi stata prontamente corretta, però in questo momento ben tre importanti siti, quello de Il Messaggero, de L'Unità e dell'agenzia Asca, riportano la bufala: guardare per credere.

Aggiornamento: Il Messaggero e L'Unità hanno cancellato dai loro articoli il riferimento al fantomatico romanzo scritto con Martin. Si aggiunge però alla lista Radio 24, che non contenta di credere alla bufala aggiunge anche un commento: "Le Goff aveva capito che al giorno d'oggi quest'immaginario era qualcosa di cui i giovani avevano bisogno"

Il Messaggero

Le Goff e la bufala del romanzo con George Martin

Il Messaggero
L'Unità
Asca
Wikipedia

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO