Le prime pagine di oggi, venerdì 4 aprile

La rassegna stampa dei principali quotidiani in edicola.

Le prime pagine di oggi, venerdì 4 aprile

Renzi, Berlusconi e le riforme tengono banco sulle prime pagine dei quotidiani di oggi, che si concentrano sull'abolizione delle province e le varie critiche che stanno piovendo sul governo, sul rapporto tra il premier e l'ex Cavaliere (che mette a rischio le suddette riforme), sul "rullo compressore" (come scrive il Manifesto) del primo ministro che non ha nessuna intenzione di cedere. E in più si ritorna sull'Irpef e i famosi 80 euro in busta paga, con il nodo delle coperture ancora aperto. Fuori dall'Italia ma non troppo, trovano spazio le parole del governatore della Bce Mario Draghi, che ha spiegato come la banca centrale europea sia pronta a "misure straordinarie".

Le prime pagine di oggi, venerdì 4 aprile

La Stampa si concentra sui tagli all'Irpef, facendo sapere come gli 80 euro saranno il tetto massimo e come il governo preveda una crescita dello 0,8%. Il tema occupazione è invece in testa al Corriere della Sera: "Lavoro alle donne, siete i peggiori", spiega Lagarde agli italiani. Repubblica, al solito, si concentra sui retroscena politici: "L'ira di Berlusconi: se non mi tutelano saltano le riforme". Il Sole 24 Ore dà spazio alle parole di Draghi: "Bce pronta a misure straordinarie". Si ritorna sul governo con il Messaggero: "I tagli di Renzi: ecco la lista", mentre l'Unità ("L'Italia non è una provincia") e il Giornale ("Province, è una truffa") danno allo stesso argomento un taglio opposto. Il Manifesto rimane sull'arresto di Cosentino, considerato un "Serbatoio di voti", mentre Libero si lancia in un avventuroso "Ecco i senatori di Renzi", spiegano in maniera un po' forzata come il nuovo Senato voluto dal premier porterà a Palazzo Madama solo i "rossi".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO