Roxy Bar di Vasco Rossi: chiude per la crisi lo storico locale di Bologna

Il locale cantato dal Blasco in "La vita spericolata" del 1982 chiude per la crisi. Il titolare: "Non ce la faccio più a sopportare le spese".

E' diventato famoso anche grazie a Vasco Rossi, che lo nominava nella sua "Vita spericolata". "E poi ci troveremo come le star a bere del whisky al Roxy Bar". Ebbene, lo storico locale di Bologna sta per chiudere le serrande a causa della crisi economica. Qui, tantissimi fan del Komandante si ritrovavano davvero per celebrare il loro idolo. Non potranno più farlo.

Salvatore Giovinazzo, dal 2012 titolare del Roxy, spiega: "Gli affitti sono troppo alti, come le tasse comunali e le spese per i dipendenti. E' una decisione che ho preso a malincuore, visti i sacrifici che ho fatto due anni fa per comprarlo, ma ho constatato che adesso non ce la faccio più". Il tempio dei fan del Blasco difficilmente resusciterà. Almeno per ora.

Parlando al Resto del Carlino, Giovinazzo aggiunge: "Ancora ci sono i ragazzi che vengono qui per la canzone di Vasco Rossi". Effettivamente, dentro al locale tutto ricorda il cantante. La scala che porta ai bagni, dal 1982 (data della canzone) a oggi, è stata firmata da tutti gli amanti di Vasco. Muri e specchi. L'amore per il Komandante è dappertutto. E con le saracinesche abbassate, un'era finirà dopo 32 anni.

"Lo so che è un locale storico, un simbolo per Bologna, e lo avevo preso proprio per quello. Le firme sui muri ci sono ancora tutte e resteranno lì, sono intoccabili. Io, però, mi prenderò una vacanza e poi penserò a cosa fare". Che il Roxy Bar possa diventare un museo? Che Vasco non decida di acquistarlo e riportarlo agli antichi splendori? Speriamo. Davvero.

Vasco Rossi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO