Iraq, attentato kamikaze all’Università: 8 morti

Altri 15 morti negli scontri fra esercito e combattenti nella città di Fallujah. Due autobombe sono esplose a Samawa e a Iskandariyah facendo 10 vittime

Un attentato suicida ha ucciso 8 persone all’Università dell’Imam Khadim situata a nord di Baghdad. Non è stata l’unica strage di questa domenica di violenza che ha registrato 15 vittime al termine di alcuni contri che si sono verificati a Fallujah.

Due eventi preoccupanti a meno di due settimane dalle elezioni parlamentari che rappresenteranno un vero e proprio banco di prova per le forze di sicurezza irachene.

Per quanto riguarda l’attentato nella capitale, gli ufficiali hanno raccontato di un kamikaze che con una cintura di esplosivi ha fatto detonare le bombe in prossimità del cancello principale di un college privato sciita, mentre tre suoi compagni hanno attaccato il cancello posteriore.

L’attacco ha fatto otto vittime: quattro poliziotti, tre attentatori e un insegnante. Altre 18 persone sono rimaste ferite. Nonostante i quotidiani attacchi a edifici e luoghi pubblici, gli attacchi a luoghi di studio sono eventi piuttosto rari.

Sempre oggi due autobombe sono esplose a Samawa uccidendo sette civili e facendo 17 feriti. Un'altra autobomba a Iskandariyah ha fatto tre vittime e 12 feriti. Ad aggravare il bilancio di questa domenica di sangue sono stati gli scontri fra esercito e combattenti hanno fatto 15 vittime. E da qui al prossimo 30 aprile, data del voto che vedrà 9000 candidati sfidarsi per i 328 seggi del parlamento, c’è il rischio che la tensione si alzi ulteriormente.

IRAQ-UNREST

Via | Al Jazeera

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO