Bevande alcoliche in bustina: dall'autunno disponibili negli Stati Uniti

Facile come preparare un thè, dal costo abbordabile per i giovani: da settembre arriva Palcohol, bevanda alcolica in polvere, da preparare sciogliendola nell'acqua. Polemiche.

Settembre 2014, svolta nel modo di bere negli Stati Uniti. Arriveranno infatti le bevande alcoliche che si potranno fare in casa scaldando acqua e immergendo una bustina di polvere. Insomma, come del comune thè. Inutile dire che le polemiche e le discussioni stanno precedendo l'arrivo sul mercato del nuovo prodotto. C'è chi è convinto che i giovani verranno così facilitati e istigati a bere alcol.

La prima bevanda alcolica in polvere ad arrivare in commercio si chiama Palcohol e sarà disponibile nei negozi americani con licenza di vendere alcol dopo aver superato alcuni passaggi burocratici. Per il momento, non sarà possibile commercializzare il Palcohol nei supermercati. Ma attenzione, online si potrà comunque reperire.

A produrre la bevanda è Lipsmark, che ha presentato il prodotto al Governo americano per ottenere il via libera alla vendita, come soluzione all'aumento del prezzo degli alcolici. "Cosa c'è di peggio che andare ad un concerto o a un evento sportivo e dover pagare 15 o 20 dollari per un cocktail? Prendete Palcohol e potrete gustare un drink per un prezzo molto più basso". Ottenuto il sì, Lipsmark sul suo sito ufficiale ha raccomandato di consumare le bevanda alcoliche in polvere in modo "legale e responsabile".

In molti, comunque, sperano ancora che il nuovo prodotto non ce la faccia ad arrivare in commercio. Che qualche cavillo burocratico possa fermare quella che probabilmente diverrà un'ondata di alcol sul mercato statunitense. Troppo bello (e facile) per gli amanti dei cocktail poter preparare in pochi secondi Mojito, Cosmopolitan, Cuba Libre, Margarita e Lemon Drop.

Il Palcohol

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO