Prime pagine di oggi, venerdì 25 aprile 2014

Le prime pagine dei quotidiani italiani di venerdì 25 aprile 2014

01

Silvio Berlusconi è ancora lui ad aprire le prime pagine dei quotidiani di oggi, venerdì 25 aprile. L’ex premier entra di fatto in campagna elettorale e le sue dichiarazioni tornano nel taglio alto: Berlusconi affonda il patto sul Senato “È incostituzionale” titola Repubblica, Berlusconi rompe con Renzi è l’apertura de La Stampa, È tornato lo sfasciacarrozze ironizza L’Unità, sobrio Il Messaggero con Riforme, strappo di Berlusconi. Il patto sul Senato è a rischio, mentre per Libero Berlusconi rottama Renzi. Il Giornale a tutta pagina titola Finalmente Berlusconi dando spazio alle dichiarazioni più forti di ieri, quelle secondo le quali Renzi è “un simpatico tassatore” e l’addio di Fini sarebbe stato orchestrato nientemeno che dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Prime pagine venerdì 25 aprile 2014

Su La Stampa foto grande per la croce dedicata a Wojtyla crollata ieri in Val Camonica. Repubblica parla della mini-tassa sui conti correnti e riporta in prima pagina il processo della Thyssen Krupp: per la Cassazione le pene devono essere ricalcolate.

L’Unità ricorda le celebrazioni del 25 aprile augurando “buon futuro” a coloro che si sentono ideali eredi dello spirito della liberazione dal nazi-fascismo. Anche Marcello Veneziani, su Il Giornale, firma la sua dedica ai “partigiani comunisti”.

Per quanto riguarda il calcio, tiene banco la Juventus. Nonostante la sconfitta per 2 a 1 sul campo del Benfica i titoli del Corriere dello Sport (Ma la Juve c’è) e di Tuttosport (Juve, ce la fai) sono ottimistici. A Torino basterà l’1-0, ma quella portoghese è squadra solida che venderà cara la pelle.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO