Trinidad e Tobago, donna picchia la figlia e posta il video su Facebook che diventa virale

La ragazzina 12enne aveva pubblicato sul suo account foto indecenti per questo è stata punita pubblicamente.

Si chiama Helen Bartlett e negli ultimi giorni è diventata famosa dividendo nettamente l'opinione pubblica tra chi appoggia i suoi metodi educativi e chi la accusa di abusi sui minori. La protagonista di questa storia che ha fatto il giro del mondo vive ai Caraibi, nel Trinidad e Tobago, e ha girato un video in cui picchia la figlia con una cintura e le urla contro. La ragazzina ha 12 anni e viene punita perché ha pubblicato delle proprie foto su Facebook, foto che la madre ritiene siano sessualmente esplicite.

La punizione non consiste solo nelle botte, ma nella diffusione, sempre attraverso il popolare social network, del video in cui si vede come viene picchiata, frustrata più e più volte. La madre non ha pietà della figlia, nonostante le lacrime continua imperterrita a infliggere quella dura punizione alla ragazzina che sembra aver capito la lezione (oppure ha voluto approfittare del bizzarro modo in cui ha avuto notorietà) e con la sorella ha pubblicato un altro video in cui prende le difese della madre, giustificando i suoi metodi. Lo scopo della donna è quello di far capire alla figlia che certi atteggiamenti sessualmente troppo espliciti sono pericolosi e possono portare a una gravidanza indesiderata.

La madre ha anche detto durante un'intervista a una radio locale che sarebbe pronta ad andare in prigione per di mettere sua figlia sulla retta via e ha spiegato che la ragazzina è diventata ingestibile soprattutto dopo il padre, un poliziotto, le ha abbandonate. Ha detto di aver tentato anche la strada della consulenza psicologica, ma le frustate sembrano essere più efficaci.

Caraibi, donna picchia la figlia e mette video su Facebook

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO