Genova: esplode cassonetto della plastica vicino alla stazione Principe

Per il pm di Genova Landolfi la deflagrazione è stata causata da una bomba artigianale con matrice anarchica.

Tanto spavento, ma per fortuna nessun danno a persone o cose nell'esplosione che si è verificata oggi pomeriggio nei pressi della stazione ferroviaria >Principe di Genova. A deflagrare è stato un cassonetto contenente plastica, per cause che al momento non sono ancora conosciute. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e la polizia municipale, che ha chiuso una parte di via Balbi.

Inizialmente si pensava a un atto vandalico o a una deflagrazione accidentale di una bomboletta a causa di una sigaretta; successivamente, però, il pm Alberto Landolfi ha parlato chiaramente di bomba rudimentale, composta da una bottiglia di plastica con tanto di timer, e forse con una sostanza chimica, necessaria per generare la deflagrazione.

Alla domanda sulla possibile matrice del gesto, il pubblico ministero ha risposto: "Probabilmente si tratta di un gesto degli anarchici". L'ordigno è esploso intorno alle 14.30, di fronte al commissariato di polizia di Principe. Gli agenti hanno visionato attentamente tutti i filmati della zona, ma pare che nessuno abbia posizionato nulla nel cassonetto della raccolta differenziata, che è andato in frantumi.

Sono arrivati sul posto anche gli agenti della Digos e quelli della Scientifica. L'esplosione ha fatto tremare il pavimento, seminando immondizia per strada. Al momento della deflagrazione, una donna stava passando vicino al bidone, ma fortunatamente non ha riportato ferite.

Cassonetto esploso

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO