La chiamano Miss Vitalizio: è Claudia Lombardo, ha 41 anni e 5mila euro di pensione

Per quattro legislature consecutive nel Consiglio Regionale della Sardegna, la legge è dalla sua parte.

Ormai la chiamano tutti "Miss Vitalizio" perché a soli 41 anni d'età ha maturato il diritto a percepire 5.100 euro al mese di vitalizio in virtù della sua attività politica: Claudia Lombardo, infatti, ha fatto parte del Consiglio Regionale della Sardegna per quattro legislature consecutive, dal 1994 in poi, diventandone, nel 2009, presidente.

In tempi di crisi in cui non si fa che parlare della necessità di tagli alla spesa pubblica, ovviamente casi come questi fanno indignare, è come se Claudia Lombardo avesse vinto con un gratta e vinci tipo "Turista per sempre". Peraltro è "figlia d'arte" perché suo padre era stato socialista e poi era passato tra le fila di Forza Italia, partito di cui lei ha fatto parte fin dalla fondazione. Ora, invece, è in forte contesto con l'attuale Presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, ma si consola con il vitalizio cui ha già diritto.

A Sardiniapost la diretta interessata ci ha tenuto a ricordare come abbia sempre operato all'insegna della riduzione della spesa pubblica, tanto da aver permesso alla Regione Sardegna di risparmiare 26,5 milioni di euro abbassando il costo del Consiglio da 85 a 58,5 milioni di euro all'anno. Sul suo conto, però, si era diffusa la voce che avesse firmato una legge ad hoc in modo da avere il vitalizio già alla fine del mandato, ma lei ci ha tenuto a smentire categoricamente questa ipotesi e ha spiegato com'è che, nonostante il governo Monti abbia fatto salire a 66 anni l'età minima per ottenere il vitalizio, lei invece lo percepisce già. Claudia Lombardo ha così spiegato che è tutto dovuto a una norma approvata a metà degli anni '80 e poi modificata nel 2000, in particolare si tratta di una disposizione che antica alla fine della consiliatura l'erogazione del vitalizio a favore dei consiglieri che hanno versato i contributi per un periodo di almeno 20 anni o quattro legislature. È dunque un diritto che si applica a tutti i consiglieri che lo hanno i requisiti, infatti, per esempio, oltre a Lombardo, c'è anche Andrea Biancareddu dell'Udc, ex assessore all'Ambiente, che a 48 anni da marzo percepisce il vitalizio.

Lombardo pensava che avrebbe avuto il vitalizio solo a 50 anni, invece a marzo ha scoperto che le spettava già con due lustri d'anticipo rispetto a quello che si aspettava e cinque lustri rispetto a quello che prevede la nuova legge del dicembre 2012 del governo Monti, prescrizione dalla quale però erano esentate le regioni che su tale argomento avevano già legiferato e la Sardegna è una di quelle, perché nel 2011 aveva abolito il vitalizio.

Sul perché poi il suo vitalizio ammonti a 5.100 euro al mese, Lombardo ha spiegato che dipende da dei coefficienti legati agli anni trascorsi in consiglio regionale e la cifra finale dipende dunque dal numero di legislature e dai contributi detratti ogni mese dallo stipendio dei consiglieri regionali.

Claudia Lombardo

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO