Omicidio Raciti, il padre di Speziale denuncia per diffamazione la vedova dell'ispettore

Il padre di Antonio Speziale ha annunciato che denuncerà la vedova Raciti per diffamazione.

Roberto Speziale, il padre del giovanissimo condannato per l’omicidio dell’ispettore Filippo Raciti, deceduto il 2 febbraio 2007 nello stadio di Catania durante i disordini provocati da una parte degli ultrà catanesi, ha deciso di denunciare la vedova dell’agente, Maria Grasso, per le parole pronunciate dalla stessa nelle ore successive agli scontri della settimana scorsa al termine della partita Fiorentina-Napoli.

L’uomo, ai microfoni di TgCom24, ha annunciato che presenterà una querela per diffamazione:

Querelo la signora Raciti perché ha detto nelle interviste dei giorni scorsi che mio figlio è un assassino, uno spacciatore, un mercante di morte. Io non ho mai parlato di lei, ho grande rispetto per il poliziotto Raciti. Mio figlio non è un assassino.

Speziale ha ribadito l’innocenza del figlio Antonio, condannato in via definitiva a 8 anni di carcere per omicidio preterintenzionale, e si è detto pronto a incontrare la vedova Raciti:

Mi deve lasciare in pace. Antonio ha avuto un processo anomalo, era stato scagionato in primo grado, si tratta di un clamoroso errore giudiziario, io chiedo solo che qualcuno si interessi a questa faccenda. C’è qualche testimone oculare, c’è qualcuno in grado di dire “è stato lui”? Tutta Catania sa che è innocente. Vorrei un confronto con la signora Raciti, ognuno con il suo avvocato. Mio figlio è una persona per bene, è generoso, è colpevole di cosa? La Signora Raciti è andata in cerca di popolarità.

Maria Grasso, è bene ricordarlo, era stata indirettamente chiamata in causa quando il capo ultrà del Napoli Gennaro De Tommaso si era presentato allo stadio Olimpico indossano una t-shirt con la scritta Speziale Libero, un gesto che gli è costato cinque anni di Daspo.

Italian police stand at the entrance of

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO