Migranti: Mare Nostrum, salvati in 1.600 nel canale di Sicilia

Ben nove operazioni nel canale di Sicilia, nel quadro di Mare Nostrum, è per salvare 1.600 migranti.

Ben 1600 migranti sono stati portati in salvo la notte scorsa nel canale di Sicilia. Sono intervenute la Marina militare e la Capitaneria di porto con ben nove operazioni di soccorso, facenti parte di 'Mare Nostrum'. La nave anfibia San Giorgio ha il compito invece di sbarcare i migranti nel porto di Gioia Tauro, in Calabria; la fregata Aliseo fa rotta verso la Puglia, più esattamente verso il porto di Taranto.

L'arrivo delle due navi è previsto per domani mattina. La fregata Scirocco è invece al porto di Augusta, in Sicilia. Altri migranti sono sbarcati a Porto Empedocle e a Pozzallo. Le operazioni di soccorso erano iniziate ieri mattina, dopo l'individuazione di alcuni gommoni in difficoltà. Nella zona di intervento, hanno svolto attività anche le motovedette CP905 e CP940 della Capitaneria di porto e tre mercantili.

Mercoledì scorso, erano stati soccorsi altri 300 migranti. Uno di loro, purtroppo, era morto durante il viaggio a causa degli stenti. Questo è un periodo in cui gli sbarchi continuano senza soluzione di continuità, nonostante i centri di accoglienza siamo ormai saturi. Nei giorni scorsi, 184 migranti provenienti da Siria e Palestina erano scappati da un centro improvvisato nel campo di baseball dell'università di Messina.

Da segnalare il grandissimo lavoro che continuano a fare i volontari della Croce Rossa: nelle ultime ore, sono state assistite 1.500 persone circa. In Sicilia, la Cri è operativa con 100 volontari, 10 ambulanze e tre automezzi. La Croce Rossa provvede inoltre all'allestimento sui moli di tende pneumatiche destinate alla prima accoglienza al momento dell'arrivo e, in caso di necessità, a presidi attendati per eventuali controlli sanitari.

Mare Nostrum

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO