Belgio: pompieri muoiono per salvare cigno

Due vigili del fuoco, in Belgio, sono morti dopo essersi lanciati in un fiume per salvare un cigno in difficoltà.

Una storia da lacrime e applausi. Due vigili del fuoco sono morti nel tentativo di salvare un cigno, che si era perso nei gorghi del fiume Ourthe, a Tilff, nei pressi di Liegi. Lo riportano i media del Belgio. Il primo a gettarsi in acqua è stato un pompiere fuori servizio; nel frattempo, era arrivata a supporto una squadra di vigili del fuoco sommozzatori, ma uno di questi è morto in acqua, verosimilmente per un attacco cardiaco mentre cercava di salvare il collega (ma sono stati riscontrati traumi cranici, dovuti all'impatto con i detriti trascinati dal fiume).

Secondo i giornalisti, gli uomini sono morti nell'ospedale locale, dove erano stati portati in elicottero. I sub erano stati chiamati al fiume dopo la telefonata di un cittadino, che aveva notato l'uccello in difficoltà e ormai in balia della corrente. L'Ourthe è fortemente caratterizzato da vortici e correnti sotterranee. Per la cronaca, il cigno è stato salvato ed è sopravvissuto.

Va segnalato ancora che i vigili del fuoco hanno donato la propria vita nonostante il proprio gruppo di lavoro da settimane sia in sciopero contro i tagli previsti dall'azienda. Le due vittime sono Yves Peeters e Christian Dejardin, due sommozzatori dei pompieri della caserma di Rue Ransonnet: due quarantenni che lasciano moglie e figli.

Il portavoce dei pompieri, Hervè Fanuel, così commenta la sciagura:

"Un tragico incidente in un intervento di routing. I due colleghi erano tra i più esperti della squadra".

La giornata di agitazione, alla fine, si è trasformata nel giorno del lutto e del cordoglio. In tutto il Belgio.

Cigno salvato

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO