Nigeria: Boko Haram pronto a liberare cento ragazze?

Il gruppo terrorista chiede in cambio la scarcerazione di alcuni familiari dei guerriglieri

Potrebbe esserci una svolta nel rapimento delle oltre 200 ragazze nigeriane per opera del gruppo terrorista di Boko Haram. Secondo notizie diffuse nel pomeriggio, i terroristi si sarebbero detti disposti ad abbassare le richieste – finora avevano preteso la scarcerazione degli alti comandanti del gruppo – accontentandosi della liberazione di alcuni seguaci, e in particolar modo di mogli e parenti dei guerriglieri.

Se il governo nigeriano dovesse accettare lo scambio, Boko Haram si è detto disposto a liberare almeno metà delle ragazze tenute prigioniere, già a partire da domani. Lo scrive il Daily Telegraph citando fonti vicine al gruppo islamista. Si tratterebbe di una concessione potenzialmente decisiva per lo sblocco delle trattative, come se Boko Haram si fosse reso conto dell'impossibilità che il governo nigeriano si piegasse al punto da scarcerare i leader del gruppo islamico.

Il governo nigeriano ribadisce di non voler negoziare, ma negli scorsi giorni un importante religioso islamico è stato incaricato di fare da mediatore. Dalle trattative sarebbe emersa la possibilità di liberare un certo numero di appartenenti a Boko Haram, non figure di primo piano ma in maggioranza mogli e parenti dei guerriglieri. Su queste basi si potrebbero avere novità già nei prossimi giorni, e Boko Haram potrebbe iniziare un rilascio graduale, a cui dovrebbe seguire l'impegno del governo.

A seconda della risposta del governo, la liberazione delle ragazze avverrà in piccoli scaglioni. Saranno lasciate in un posto sicuro e avvertiremo le autorità

hanno spiegato al Telegraph fonti vicine al gruppo terrorista.

Miami's Nigerian Community Organizes Rally For Kidnapped Girls

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO