Cina: attentato al mercato nello Xinjiang, 31 morti (VIDEO)

È successo a Uruqmi, è il secondo caso in poche settimane

Nuovo atto di terrorismo in Cina: nel centro di Uruqmi, nella regione dello Xinjiang, due auto hanno attaccato un mercato causando la morte di almeno 31 persone e il ferimento di altre 94. L'attentato è avvenuto nel più grande mercato all'aperto della città, poco prima delle otto di mattina. Uomini a bordo di due 4x4 hanno lanciato bombe a mano nel mercato prima di dileguarsi.

Secondo le prime ricostruzioni della stampa cinese, l'esplosione sarebbe stata causata dalla collisione tra due veicoli, ma poi la verità è presto emersa, anche grazie ai social network. Su Weibo, la versione cinese di Twitter, hanno preso subito a circolare foto scattate sulla scena dell'esplosione in cui si riconoscevano chiaramente i segni dell'attentato, così come testimonianze di chi ha assistito dal vivo all'accaduto.

È il secondo del genere in meno di un mese nel capoluogo dell’ex Turkestan Orientale, nello Xinjiang è infatti forte la minoranza di etnia uigura, turcofona e di fede musulmana, che chiede la scissione dal governo di Pechino. La regione è stata spesso teatro di scontri con la maggioranza cinese: nel luglio del 2009 ci furono 200 morti, ma la scia di sangue prosegue fino a oggi: ad aprile il presidente Xi Jinping è stato in visita a Uruqmi e ha promesso di riportare la situazione alla normalità, ma subito dopo la sua partenza c’è stato un attentato alla stazione ferroviaria in cui sono morte tre persone. Nei giorni precedenti, tre funzionari governativi locali cinesi erano stati assassinati e i loro corpi gettati in un lago.

CHINA-UNREST-BLAST

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO