Attentato al museo ebraico di Bruxelles: altri quattro arresti a Parigi

Venerdì 30 maggio a Marsiglia è stato arrestato Mehdi Nemmouche schedato come jihadista dai servizi segreti. Lunedì 2 giugno altri quattro fermi.

Aggiornamento 2 giugno - Questa mattina la polizia francese ha arrestato quattro persone nella regione di Parigi e nel Sud della Francia con accuse di legami con una filiera jihadista. Il ministro dell'Interno transalpino Bernard Cazeneuve, ai microfoni di Europe 1, ha detto:

"Ci sono persone che reclutano degli jihadisti. Al momento in cui vi parlo, sono in corso degli arresti"

Ha anche detto che i fermati sono quattro, ma non ha fornito altre precisazioni.

Bruxelles, attentato al museo ebraico: fermato un 29enne francese


Aggiornamento 1 giugno, ore 09.46

- Mehdi Nemmouche, un francese armato di kalashnikov e di una pistola, è stato arrestato a Marsiglia per la strage del museo ebraico di Bruxelles lo scorso 24 maggio. L'uomo ha 29 anni, è originario di Roubaix, nel nord della Francia, e sarebbe stato in Siria nel 2013 con dei jihadisti, e lì schedato proprio come jihadista dai servizi segreti francesi DGSI.

Secondo quanto si apprende, venerdì scorso l'uomo è stato posto in stato di fermo per omicidio plurimo in collegamento con un'impresa terroristica.

Bruxelles, attentato al museo ebraico: 4 morti

25 maggio, 16.30: il bilancio delle vittime dell’attentato di ieri a Bruxelles è salito a quattro. Ai due turisti israeliani e alla donna francese si è aggiunta oggi la 20enne belga, deceduta in seguito alla gravissime ferite riportate.

L’uomo fermato ieri poche ore dopo l’attentato è stato già rilasciato perchè ritenuto estraneo ai fatti. Le ricerche del responsabile - o dei responsabili - proseguono senza sosta. Nessuno ha rivendicato l’azione, ma le polizia locale è certa che l’attentatore sia “un uomo ben preparato e organizzato”, ma

è troppo presto per parlare di attentato terrorista o di attacco antisemita.

Le forze dell’ordine stanno chiedendo in queste ore la collaborazione dei cittadini e degli organi di informazione al fine di riuscire a risalire all’identità dell’attentatore e fare chiarezza sull’accaduto.

Bruxelles, attentato al museo ebraico
Bruxelles, attentato al museo ebraico
Bruxelles, attentato al museo ebraico
Bruxelles, attentato al museo ebraico
Bruxelles, attentato al museo ebraico
Bruxelles, attentato al museo ebraico
Bruxelles, attentato al museo ebraico
Bruxelles, attentato al museo ebraico

3 morti, fermato un sospettato

Grave atto terroristico antisemita a Bruxelles, dove un uomo ha aperto il fuoco sui passanti davanti al museo ebraico, a pochi passi dalla sinagoga della città, nel quartiere di Sablon. Attorno alle 16, l'uomo con uno zaino sulle spalle ha parcheggiato l'auto in doppia fila davanti al museo e ha posato due sacche a terra, poi ha cominciato a sparare all'impazzata, anche all'interno del museo. Il bilancio è di tre morti e un ferito grave.

Subito sono partite le indagini per identificare l'uomo e il complice alla guida dell'auto, e le autorità belghe hanno annunciato di aver fermato un sospetto. Non è ancora chiaro però se si tratti di uno dei due uomini che hanno partecipato attivamente al raid o di un altro complice.

L'attentato è di chiara impronta antisemita, come hanno ammesso anche le autorità. Il premier Di Rupo si è detto sconvolto dall'accaduto. Nel 2012 a Tolosa c'era stato un altro attentato antisemita contro una scuola ebraica.

Bruxelles, attentato al museo ebraico

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO