Parigi: aggrediti due ebrei fuori dalla sinagoga

Due fratelli di religione ebraica sono stati aggrediti da musulmani ieri all'uscita di una sinagoga a Parigi.

Dopo l'attentato di Bruxelles, al Museo israelitico, altro episodio anti-semita a Parigi. Due fratelli di religione ebraica sono stati infatti aggrediti, ieri sera, all'uscita dalla sinagoga di Creteil, che si trova nella banlieu parigina. Lo ha annunciato il ministro dell'Interno francese, Bernard Cazeneuve, che ha condannato "con grandissima severità" la vicenda.

Da ieri, Cazeneuve ha dato istruzione a tutti i prefetti "di rafforzare immediatamente la sicurezza degli edifici collegati al culto ebraico e alla cultura ebraica". Non è stato ancora stabilito alcun legame tra la sparatoria di Bruxelles e l'aggressione di Parigi. In questo ultimo caso, i due uomini avevano appena lasciato la sinagoga "Shaarei Tzion", in Joly Street, quando sono stati picchiati da persone di religione musulmana.

Cazeneuve ha parlato di "atti omicidi" e di "brutti slogan" che non fanno altro che propagare il razzismo e l'antisemitismo, "minando la coesione di cui la nostra società ha bisogno più che mai". Uno dei due uomini è stato colpito in faccia, secondo una ricostruzione della polizia parigina. Gli aggressori, subito dopo l'atto intimidatorio, sono fuggiti in bicicletta.

I due fratelli, uno di 16 e l'altro di 22 anni, sono stati immediatamente trasportati in ospedale. Sul luogo dell'episodio è giunta anche la polizia che ha cercato di raccogliere più testimonianze possibili per poter individuare gli aggressori.

Ebrei di Creteil

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO