Le prime pagine di oggi, sabato 31 maggio 2014

La rassegna stampa dei principali quotidiani in edicola stamattina.


Giornata varia quella di oggi, senza una grossa notizia di rilievo a dominare le prime pagine dei quotidiani in edicola. Il Corriere della Sera apre col caos Tasi, la tassa sui servizi indivisibili, con la Banca d’Italia che prevede un rincaro del 60% rispetto all’IMU dello scorso anno.

Economia in prima pagina anche su La Repubblica, che apre con le parole di Ignazio Visco, governatore della Banca d'Italia, che ieri si è lasciato andare a visioni ottimistiche per il futuro economico del Paese. “Visco processa le banche italiane. L’austerity non basta”. Spazio anche alla decisione di Google di introdurre in Europa un form per permettere agli utenti di inoltrare le richieste di rimozione legate al diritto a essere dimenticati.

L’Unità apre con un titolo di speranza: “Italia, piccoli segni di ripresa” e spiega che il Pil è in crescita tra 0,1 e 0,4, ma riporta anche le parole del Governatore di Bankitalia. Il Messaggero si concentra sull’allarme Tasi e il rischio stangata per gli italiani, mentre La Stampa dedica metà della prima pagina al premier Matteo Renzi e all’intervista concessa in esclusiva al quotidiano. Titolo: “Renzi, la Germania è un modello”.

Il Giornale parla del “Governo del farsi” con un virgolettato che fa ovviamente riferimento all’atto di drogarsi e spiega: “una legge del ministro Lorenzin ha ridotto a 4 anni la pena massima per chi vende qualunque tipo di stupefacenti. Così mandare i pusher in carcere diventa impossibile. Più sotto si parla della protesta dei dipendenti RAI, scesi in piazza contro i tagli previsti: “la Rai scende in piazza contro Renzi” è il titolo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO