Canale di Sicilia: salvati 2500 migranti

Nelle ultime 24 ore ben 17 imbarcazioni provenienti dal Nord Africa sono state soccorse dalle navi della Marina Militare inserite nel dispositivo aeronavale interforze Mare Nostrum

Sono circa 2500 (anche se il numero è provvisorio) i migranti salvati dalle navi della Marina Militare inserite nel dispositivo aeronavale interforze Mare Nostrum. Ben 17 imbarcazioni si sono lasciate alle spalle le coste del Nord Africa con destinazione il Canale di Sicilia.

La nave anfibia San Giorgio ha assistito 5 imbarcazioni e 998 migranti (fra cui 214 donne e 157 minori), il pattugliatore Orione tre natanti e circa 400 migranti, la fregata Scirocco in 3 operazioni ha imbarcato 206 migranti e ne ha trasferiti altri 94 sulla nave mercantile Glory Tellus. La corvetta Sfinge ha dato soccorso a 113 persone e nelle prime ore di oggi ha iniziato a dare soccorso a un’altra imbarcazione con 200 migranti a bordo; 450, invece, sono stati i migranti soccorsi dalla motovedetta della Capitaneria di Porto CP306 e trasferiti sulla Motonave Maersk Regensburg. Altri 175 migranti sono stati imbarcati sul rimorchiatore Asso24, mentre ieri pomeriggio ad Augusta era arrivata una nave della Marina Militare.

E, ancora, 450 immigrati sono stati salvati nel Canale di Sicilia dopo le richieste di soccorso ricevute dalla Guardia Costiera: due motovedette classe 300 della Guardia Costiera di Lampedusa e il mercantile Maersk Regensburg sul quale sono stati imbarcati i migranti. Il soccorso è stato coordinato dalla centrale operativa della Guardia Costiera di Roma.

Intanto ieri, in Lussemburgo, a margine di un consiglio Ue affari interni nel quale si è discusso di immigrazione, il ministro dell’Interno Angelino Alfano non ha escluso che fra i migranti provenienti dalla Libia vi siano jihadisti: "Nessuno è in grado di escluderlo. Di certo la nostra vigilanza è altissima". Alfano ha poi aggiunto:

L'Italia non può pagare da sola il conto dell'instabilità in Libia e abbiamo ribadito che l'operazione Mare nostrum non può durare in eterno. Salvare vite in mare è importante, ma non significa che lo dobbiamo fare sempre noi.

Refugees Continue To Land On Lampedusa Island

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO