Afghanistan: cinque soldati Isaf uccisi da fuoco amico

Cinque soldati della Forza internazionale Isaf sono morti in Afghanistan: sarebbero stati uccisi da fuoco amico.

Uccisi da fuoco amico. Si tratta di cinque militari dalla Forza Internazionale di assistenza alla sicurezza Isaf, dislocata in Afghanistan. La notizia arriva dalla Forza internazionale, che però non ha specificato l'identità delle vittime né la dinamica esatta dell'episodio. L'agenzia di stampa Pajhwok cita fonti imprecisate che parlano appunto di un incidente e di fuoco amico.

Con i cinque soldati Isaf, hanno perso la vita pure un soldato afghano e un interprete. Ieri era stata annunciata la morte di un altro militari della forza Isaf nell'est dell'Afghanistan. L'ultimo episodio è avvenuto invece nel sud del Paese. Si tratta della perdita più sanguinosa della Nato dalla morte di cinque soldati britannici nello scorso mese di aprile, a Kandahar.

Quest'anno, in Afghanistan, siamo già a 35 militari della Nato deceduti. Si tratta di 24 soldati statunitensi, sei soldati britannici e cinque soldati provenienti dagli altri Paesi che contribuiscono alla missione Isaf in Afghanistan. Nel mese di giugno, poi, il numero è addirittura di otto vittime. I numeri arrivano dal sito icasualties.org, che tiene conto delle truppe Nato decedute nel Paese.

La Nato, quando ci sono decessi da parte di suoi soldati in zone di guerra, come politica non dà mai i nomi delle vittime. Demandando il triste compito alle autorità nazionali. Anche questa volta, è stato così. Le procedure di identificazione spettano pure ai singoli governi. Dal 2001, anno in cui è iniziata la guerra afghana, le vittime sono state 2.328.

Afghanistan: soldati

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO