Le prime pagine di oggi, mercoledì 11 giugno 2014

Fisco, tangenti e mandato di Napolitano in apertura dei quotidiani

Le prime pagine di oggi, mercoledì 11 giugno

In mancanza di una notizia che monopolizzi le aperture dei quotidiani in edicola oggi, sono almeno tre le notizie che fanno capolino nei titoli principali, e in particolare le parole di Napolitano sulla durata del suo mandato (con relativi retroscena), le norme fiscali e le tangenti su Mose ed Expo.

Repubblica apre con Napolitano, parlando di "Il piano di Renzi: Napolitano resti più a lungo al Colle", l'idea secondo cui il premier vorrebbe prolungare il secondo mandato del capo dello Stato per facilitare il percorso delle riforme. In occhiello, le parole dello stesso Napolitano sul suo mandato "temporaneo". La Stampa apre invece con le inchieste sulle tangenti, titolando "Spunta il legame Expo-Mose", con la polemica tra Renzi e Maroni sullo stato dei lavori dell'Expo. Il Corriere della sera apre invece con un'inchiesta di Sergio Rizzo secondo cui gli ultimi sei anni hanno visto un boom di nuove norme fiscali che hanno complicato la vita degli italiani: "Fisco, una norma alla settimana".

Diverse le aperture per i quotidiani di area. In area centrodestra Il Giornale dedica l'apertura alla decisione del Csm sui veleni nella procura milanese e titola "Bunga bunga alla Boccassini". Libero se la prende invece con Bankitalia che chiede maggiore austerity: "Vogliono tagliarci lo stipendio ma guadagnano mezzo milione".

In area politica opposta, L'Unità apre con il patto interno al Pd per mettere fine alle spaccature: "Il Pd sigla il patto per l'unità". Il manifesto apre invece con la rottura delle trattative tra Fiat e sindacati, separati da 15 euro di differenza per gli aumenti. Il titolo è "Lordi". Il Fatto Quotidiano prevede una manovra correttiva e titola "Ecco la stangata, Renzi si riprende gli 80 euro".

Le prime pagine di oggi, mercoledì 11 giugno

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO