Maltempo, domenica 15 giugno: a Roma automobilisti bloccati per ore sul Gra

Forti piogge, cadute di alberi e allagamenti in tutto il Nord Italia. Decine di interventi dei Vigili del Fuoco nella capitale

ore 18:46 Un violento nubifragio si è abbattuto su Roma provocando allagamenti in tutte le zone della città, rallentamenti nella circolazione stradale e la chiusura della linea A della metropolitana, fra le fermate Arco di Travertino e Anagnina.

Centinaia di automobilisti sono rimasti bloccate per alcune ore sul Grande Raccordo Anulare, in porssimità dell’uscita di Gregna Sant’Andrea. Una pozza d’acqua della grandezza di una piscina ha reso impossibile la circolazione.

I Vigili del Fuoco di Roma sono stati impegnati in decine di interventi, specialmente a Roma Sud, nei pressi della stazione ferroviaria Casabianca. A causa del maltempo quattro voli Ryanair sono stati dirottati da Ciampino a Fiumicino, uno a Pescara. Il vento e la pioggia hanno anche costretto gli organizzatori a sospendere il Settecolli di nuoto che si stava svolgendo a Roma.

ore 11:36 Fenomeni temporaleschi, con rovesci a tratti molto intensi, stanno caratterizzando il secondo week end di giugno, dopo le alte temperature degli scorsi giorni. In mattinata forti piogge hanno colpito sia Torino che il milanese. Fra sabato 14 giugno e domenica 15 giugno un po’ tutto il Nord Italia è stato interessato da forti temporali.

A Bologna gli interventi dei Vigili del Fuoco sono stati circa 120, a causa di allagamenti, e alberi caduti. Nella periferia nord della città un uomo di 39 anni è rimasto intrappolato nella sua Smart travolta dalla caduta di un albero che ha sfondato il parabrezza. C’è voluta la polizia per liberare il conducente. L’acqua è entrata anche nell’area sotterranea della stazione di Bologna, causando ritardi ai treni.

Forti piogge e venti si sono abbattuti sulla fascia litoranea di Pesaro. L'area di Vismara-Cattabrighe è stata interamente sommersa dalla grandine.

Anche a Genova sono stati numerosi gli interventi a causa della caduta di alberi: i fulmini hanno causato incendi e black-out dei sistemi elettrici. Sciarborasca e San Fruttuoso sono state le zone più colpite, in quest’ultima un cedro secolare è stato squarciato da un fulmine. Alcuni calcinacci sono caduti dalla sopraelevata genovese, fortunatamente senza conseguenze.
A San Ginesio (Macerata) un fulmine si è abbattuta sulla cupola del campanile della Chiesa di Santa Chiara, provocando il crollo di calcinacci e mattoni sia all'interno della cappella sia fuori. Il campanile risale al quindicesimo secolo e la cripta e le stanze sottostanti sono per il momento inagibili.

Situazione drammatica nel barese dove le forti piogge delle ultime ore hanno costretto i Vigili del fuoco a numerosi interventi. La situazione più critica si è registrata come tre settimane fa, in occasione di altri acquazzoni, ad Acquaviva delle Fonti, a una trentina di chilometri dal capoluogo regionale. L’acqua ha raggiunto circa un metro di altezza in piazza Kennedy e nel sottovia per Cassano delle Murge prima di defluire lentamente nei deficitari canali di scolo. Numerosi i danni causati a negozi e automobili.

Le piogge continueranno anche nei primi giorni della prossima settimana e potrebbero determinare criticità idrogeologiche e idrauliche. Le regioni maggiormente interessate dalle precipitazioni saranno Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, Valle d’Aosta e Toscana.

maltempo italia

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO