Sciopero benzinai: niente “fai da te” per tre giorni, chiusura totale mercoledì 18 giugno

Da oggi e sino a sabato 28 giugno fare benzina diventerà un’impresa. Ecco come avverrà la protesta e quali saranno i dieci distributori che garantiranno la fornitura

È cominciato questa mattina lo sciopero dei benzinai che si articolerà in tre diverse fasi per tutti gli aderenti alle sigle Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio:

1) da domenica 15 giugno fino alle 19:30 di martedì 17 giugno rimarranno chiusi i fai da te;
2) mercoledì 18 giugno, nel giorno dell’assemblea annuale dell’Unione Petrolifera, lo sciopero sarà totale su strade e autostrade;
3) nella settimana che andrà dal 21 al 28 giugno verranno accettati solamente pagmenti in contanti.

L’incontro di lunedì 9 giugno al Ministero dello Sviluppo economico non è bastato a far incontrare le parti. Stamattina l’agitazione è cominciata con la chiusura di tutti gli impianti self service, l’oscuramento dei prezzi scontati e l’insegna della compagnia.

Lo sciopero totale verrà diversificato a seconda della rete:

1) sulla rete stradale ordinaria il blocco inizierà alle ore 19:30 di martedì 17 giugno per concludersi alle 7 del giovedì 19 giugno;
2) sulla rete autostradale, invece, si comincerà alle 22 di martedì 17 giugno per concludere alle 22 di mercoledì 18 giugno.

Il 18 giugno sarà anche il giorno della manifestazione dei gestori a Roma.

La parte finale della protesta, dalla mezzanotte del 21 alla mezzanotte del 28 giugno, prevede il rifiuto del pagamento elettronico e la sospensione di tutte le campagne promozionali sulla rete ordinaria.

La protesta nasce dal fatto che le compagnie, forti del vincolo di fornitura in esclusiva continuano a proporre prezzi fuori mercato e molto più alti rispetto a quelli no-logo o a quelli delle stesse compagnie vicini agli iper e supermercati. Allo Sviluppo economico i benzinai chiedono di dirimere l’annosa questione del vincolo di fornitura.

I distributori aperti in servizio mercoledì 18 giugno


La Regione Emilia Romagna ha comunicato i dieci impianti che dalle 22 del 17 giugno alle 22 del 18 giugno, in occasione dello sciopero totale, garantiranno la fornitura: A1 Secchia Ovest. A1 Roncobilaccio Est. A1 San Martino Est. A13 Po Ovest. A14 S.Eufemia Ovest. A14 S.Eufemia Est. A14 Rubicone Est. A14 Rubicone Ovest. A21 Nure Nord. A22 Campogalliano Ovest.
Anche le pompe no logo e quelle del gruppo EnerCoop non aderiranno al blocco.

Sciopero benzinai

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO