Schumacher in riabilitazione, la famiglia denuncia: "Hanno rubato le cartelle cliniche"

Michael Schumacher non è più in coma. Tutti gli aggiornamenti sul tragico incidente di Schumacher

Aggiornamento lunedì 23 giugno 2014 - Il management di Michael Schumacher ha denunciato il furto delle cartelle cliniche dell'ex pilota. La sua portavoce Sabine Kehm ha detto che da alcuni giorni i documenti e i dati di Schumi sono offerti in vendita, perciò ha pregato di non comprarli e ha detto che non si sa se sono autentici, inoltre la famiglia ha sottolineato che la pubblicazione è vietata.
Pare che i documenti in questione siano già stati offerti in vendita ad alcuni media al prezzo di 50mila euro circa.

Schumacher è uscito dal coma ed è in riabilitazione


Lunedì 16 giugno 2014

Michael Schumacher è uscito dal coma e avrebbe anche già lasciato l'ospedale di Grenoble. La notizia arriva da numerose e affidabili fonti francesi. Ecco il comunicato ufficiale: "Michael ha lasciato il CHU di Grenoble per continuare il suo lungo periodo di riabilitazione. Non è più in coma. La sua famiglia ringrazia espressamente tutti i medici, infermieri e terapisti a Grenoble, assieme ai suoi primi soccorritori sulla scena, che hanno fatto un ottimo lavoro in questi primi mesi. I ringraziamenti della famiglia vanno anche a tutte le persone che hanno inviato a Michael i loro auguri di guarigione, che certamente lo hanno aiutato. Chiediamo la vostra comprensione affinché la sua ulteriore riabilitazione si svolga in modo privato".

Il direttore dell'ospedale nei suoi ultimi comunicati aveva in effetti descritto come le fasi di veglia del campione di Formula 1 si stessero facendo più frequenti, e come Schumacher rispondesse alle voci e sentisse il tocco delle persone. La notizia del suo risveglio è stata diffusa per prima dalla Bild e poi confermata dalla sua portavoce Sabine Kehm, che lo ha annunciato con un comunicato pochi minuti fa. Schumi risponde alla moglie e ai figli attraverso il battito delle palpebre. Le sue condizioni sono stabili. Schumacher è stato trasportato al Centro ospedaliero universitario di Vaud (Chuv), a Losanna. "E' stato preso in consegna dal Chuv questa mattina", ha spiegato un portavoce dell’ospedale, Darcy Christen. "La famiglia è con lui, in uno spazio appositamente attrezzato per proteggere la loro privacy e per garantire la migliore assistenza possibile".

In tutto questo, ovviamente, si è scatenato l'entusiasmo dei sostenitori del campione mondiale.

(in aggiornamento)

AUTO-PRIX-F1-BRAZIL-SCHUMACHER

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO